UFFICIALE Seconda Categoria, Girone F – Panchina Gallicano, tutta la verità sul passaggio di consegne da Randolfi a Domizi

Visto e considerato che stanno circolando delle voci false e tendenziose, ci vediamo costretti a pubblicare questo post per fare chiarezza, nella massima trasparenza che ci contraddistingue da sempre, sulla spinosa vicenda Mister che nostro malgrado ci ha visto coinvolti nelle ultime settimane. È doveroso anzitutto partire dal regolamento federale, che recita in maniera chiara e inequivocabile, che per allenare dalla seconda categoria in sù è obbligatorio possedere il patentino certificato dalla federazione, penano, in assenza di tale requisito, pesanti sanzioni ai danni della società.

Ora fatta la necessaria premessa veniamo a quello che è accaduto a noi; il “nostro” ormai ex allenatore e grande amico Marco Randolfi purtroppo non è in possesso di alcun titolo per esercitare il ruolo di Mister, ciò nonostante abbiamo creduto erroneamente, sia noi che lui, che avremmo potuto comunque finire tranquillamente questo campionato per poi regolarizzare con tutta calma per l’inizio della prossima stagione, la sua e la nostra posizione Evidentemente è qui che abbiamo commesso un grave errore , sottovalutato il problema, infatti ci siamo visti recapitare come un macigno questo pesante sollecito firmato direttamente dal presidente della Federazione, che non lascia spazio ad alcuna interpretazione e ci intimava di regolarizzarci entro e non oltre 5 giorni, altrimenti saremmo incorsi in una denuncia alla procura federale con la conseguente squalifica del nostro presidente, una pesante multa alla società e forti penalizzazioni. Per questo motivo ci siamo rivolti speranzosi a Roberto Domizi, stimato e apprezzato mister, che ci tengo a precisare a titolo totalmente gratuito, per il solo amore del nostro paese e della nostra squadra si è reso disponibile ad aiutarci, in tutto questo caos e in così poco tempo siamo riusciti a trovare seppur con molta fatica un accordo con Mister Randolfi che comunque una volta regolarizzata la sua posizione, sarebbe rimasto con tutta serenità il nostro allenatore anche per la prossima stagione, a questo punto però Marco (a cui a fine campionato dedicheremo il giusto tributo e ringraziamento per tutto il suo operato in questi anni) un po’ a sorpresa ha deciso di sua spontanea volontà di lasciare ugualmente la squadra a sole 2 giornate dalla fine, rifiutando in maniera netta e categorica la proposta precedentemente accettata. Adesso, una volta per tutte, ribadiamo con forza che ogni decisione che viene presa dalla società seppur a volte può sembrare dolorosa, è fatta solo e soltanto per il bene esclusivo del Gallicano che deve sempre essere anteposto agli interessi personali di chiunque. Criticare senza conoscere bene i fatti, chi da oltre 4 anni anni s’impegna tra mille difficoltà e vi garantisco con non poche fatiche a riportare il calcio nel nostro paese è davvero una cosa meschina ed è la cosa che francamente ci fa più male soprattutto in virtù del fatto che queste critiche sono figlie di una decisione che non solo si è resa necessaria ma era da regolamento obbligatoria. Questo in realtà è tutto quello che è accaduto e lo diciamo senza alcun rischio di smentita. Perché ci sono le cose vere e le cose supposte noi siamo abituati a dire la verità le supposte le lasciamo volentieri agli altri.

Area Comunicazione Gallicano

Lascia un commento