Serie D, Girone G – Play-out, per l’Anagni è il Tomassi a metterci la faccia: “Il rumore della traversa al 120’…”

Ostia Mare-Anagni 1-1

 

Ostia Mare: Barrago 6, Calveri 6, Colantoni 6, Bellini 6, Sarrocco 6, Ferrari 6, Cabella 6, D’Astolfo 6, De Iulis 7, Attili 6, Lazzeri 6. All.: Greco

Città di Anagni: Di Pero 6; Galvanio 6, Bordi 6, Colarieti 6, Pralini 6, Contucci 6, Capano 6, Tataranno 6, Cardinali 7+, La Terra 6, D’Orsi 6. All.: Pecoraro

Marcatori: 50′ De Iulis (O); 94′ Cardinali (A)
Ammoniti: –
Arbitro: Daniele Virgilio di Trapani

Comincia alle ore 16:00 il match. Oggi si gioca a porte chiuse allo Stadio Anco Marzio di Ostia. Match che termina a reti inviolate in questa prima frazione di gara. Squadre a riposo negli spogliatoi. Si torna sul terreno di gioco, nell’attesa che il punteggio possa essere sbloccato in questa importante sfida che vale la salvezza. Ancora 0-0 tra Ostia Mare e Città di Anagni. Al 50′ minuto di gioco sono i padroni di casa a segnare il gol del momentaneo vantaggio: è De Iulis l’autore del gol. Siamo quasi al termine, 5 minuti di recupero. Sembra ormai fatta per l’Ostia Mare, ma incredibilmente l’Anagni mette in rete il gol del pareggio che vale i supplementari, incredibile mossa di Cardinali. Finisce 1-1, supplementari. È 1-1 il finale definitivo in questo match all’ultimo respiro, pareggio che regala la salvezza all’Ostia Mare. Anagni in Eccellenza.

“Il rumore della traversa al 120esimo dei supplementari è stato lo specchio di tutta stagione! – comincia così l’intervento del ds biancorosso Diego Tomassi –  Purtroppo in questi momenti le parole e le frasi fatte non bastono, bisogna metterci la faccia e prendersi le proprie responsabilità! Voglio solo ringraziare pubblicamente tutti i tifosi e familiari che ci sono stati vicino e ci hanno sostenuto. Rringrazio questo gruppo di ragazzi e tutto lo staff tecnico, perché con tutte le forze hanno lottato fino all’ultimo e hanno creduto in questo sogno, un sogno spezzato non per la classifica ma per un regolamento che non ci ha aiutati… In ultimo ringrazio tutta la società, sempre presente, con mille difficoltà è stata sempre “D” categoria superiore!”.

Lascia un commento