Serie D, Girone G – Trastevere, patron Betturri fa chiarezza: “Latte Dolce? Mi poesa puntualizzare…”

Nota polemica del presidente del TrasteverePier Luigi Betturri, che attraverso i canali ufficiali del club, ha accusato senza troppi giri di parole il Sassari Latte Dolce, ospite dei romani nell’ultimo turno di campionato e prossimo avversario anche nel primo turno dei playoff. L’accusa è quella di aver chiesto il posticipo alle 16:30 per motivi logistici – che a detta del numero uno amaranto avrebbe penalizzato l’affluenza di pubblico visto che alle 18 si giocava Genoa-Roma – salvo poi soggiornare a Fregene già da sabato. Parole dure del presidente, che accusa la dirigenza sassarese di non essersi scusata, così come non si era scusata nemmeno la Torres, protagonista di un fatto analogo. Una vera e propria guerra a distanza tra il Trastevere e le formazioni sarde, indirettamente inaugurata dalle parole dello stesso Betturri che, non più tardi di un mese fa, si era inserito nella polemica tra Avellino e Lanusei affermando di “aver fornito a questi ultimi Bernardotto e Gardini”. Frasi liquidate con un eloquente no comment da parte della dirigenza del Lanusei. Di seguito riportiamo integralmente il comunicato di oggi.

Mi pesa e farei volentieri a meno di scrivere questa nota ma credo sia doverosa questa puntualizzazione. Per la disputa della gara Trastevere – Sassari calcio Latte Dolce, fissata da calendario alle ore 15, i dirigenti della squadra sarda, in settimana, ci hanno richiesto di posticipare l’inizio della partita stessa alle ore 16.30, asserendo difficoltà nel prenotare il volo aereo per il sabato ed, allo stesso tempo, di risparmiare viaggiando nella sola giornata della domenica. La nostra società, sebbene penalizzata dall’orario proposto, per via della contemporaneità con Genoa-Roma, evento che avrebbe allontanato molti spettatori dal Trastevere Stadium, generosamente e soprattutto sportivamente ha acconsentito di giocare alle 16.30 salvo sapere poi che il Sassari Latte Dolce ha soggiornato fin dal sabato nel miglior albergo della mondana Fregene, precisamente a La Conchiglia. Mi sarei aspettato oggi una precisazione o giustificazione da parte dei dirigenti sardi ma non è avvenuto nulla di tutto ciò. Stessa identica richiesta il 17 febbraio scorso da parte di una piagnucolante Torres Sassari costretta, a suo dire, a far alzare i propri calciatori alle 4 del mattino del giorno stesso della partita facendo ritorno in Sardegna sempre nella medesima giornata. Scoprimmo anche in quella circostanza che dal sabato antecedente la gara soggiornarono nell’elegantissimo Mancini Park Hotel. Neanche in quel caso uno straccio di scusa e ci riuscirono a sfilare anche i 3 punti a noi poveri, sciocchi e creduloni trasteverini…

Lascia un commento