Prima Categoria, Girone F – Roma VIII, Bandiera fa doppietta: “La prima volta in una prima squadra”

Roma – Il fattore casalingo spinge ancora la Prima categoria della Roma VIII che a due giornate dalla fine è praticamente salva. La formazione di mister Fabrizio Fiaschetti (assente per malattia ieri) ha battuto la Dinamo Labico con un prezioso 3-1 in rimonta che le consente di mandare praticamente in archivio il traguardo minimo stagionale. Protagonista assoluto di un incontro che ha visto il ritorno da titolare e per novanta minuti di Luca Patrizi (tassello fondamentale che è stato fuori cinque mesi per un grave infortunio), è stato indubbiamente il difensore centrale classe 1992 Andrea Bandiera, autore di un’incredibile doppietta che ha ribaltato l’iniziale vantaggio ospite prima del gol conclusivo di Ciferri. “Non mi era mai successo di segnare due reti in una partita di prima squadra – racconta Bandiera – L’ultima volta l’avevo fatta con la Juniores della Pro Roma e devo dire che questa è stata una gioia che difficilmente dimenticherò. Devo ringraziare Salusest per la spizzata che è valsa un assist in occasione del secondo corner…” sorride il difensore, andato a bersaglio anche nella prima occasione sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

“Per noi erano tassativi i tre punti, ma lo saranno anche nelle prossime due partite con Tor Pignattara e Crystal Pioda. Ci eravamo presi inizialmente uno spavento perché avevamo fallito una ghiotta opportunità sullo 0-0 e subito dopo avevamo subito il gol della Dinamo Labico. Sembrava la solita partita “stregata” che spesso ci è capitata in questa stagione, anche se in casa abbiamo avuto comunque un ottimo rendimento. Ma siamo riusciti a ribaltarla anche grazie a un secondo tempo di qualità”. Il difensore centrale, arrivato a dicembre nel gruppo capitolino, parla della sua esperienza alla Roma VIII. “Questa squadra merita di stare molto più in alto per il livello tecnico che esprime, ma è stata un’annata sfortunata e sofferta per una serie di motivi. Personalmente mi sono trovato benissimo, qui c’è uno spogliatoio unito” conclude Bandiera.

Lascia un commento