Promozione, Girone C – La Vis Sezze c’è riuscita! Gli umori dei protagonisti dopo il grande salto: “Questa piazza meritava ben altro palcoscenico”

Doveva essere la partita della liberazione, l’ultima fatica prima di gridare al cielo tutto l’amore coltivato negli anni, in questo in particolar modo. Così é stato: Vis Sezze – Fonte Meravigliosa finisce 3-0 ed é grande festa, é il tripudio di un gruppo sovrumano che non si é mai arreso di fronte a niente e nessuno, è la consacrazione e la sublimazione di tanto lavoro e sacrifici e speranze riposte nel cassetto. Sul campo “A. Tasciotti”, mister Catanzani schiera una formazione sicura, invincibile: Micheli tra i pali e difesa costruita sulle spalle di Ceci, Bucciarelli, Formato e Dell’Aguzzo; centrocampo che sfila sul velluto, con Dall’Armi, Tomei e Piccaro e dipingere cattedrali; e poi quel tridente Carlini-Fiorini-G. Antonucci, spina nel fianco di un intero girone di Promozione.

Basta un solo giro d’orologio per capire che i leoni di mister Catanzani non hanno intenzione di coltivare dubbi e incertezze: al primo minuto “la locomotiva” Dell’Aguzzo si fionda su un pallone vagante, ma spara alto; poi sono soprattutto “Black Mamba” Carlini e G. Antonucci e incendiare il fortino del Fonte Meravigliosa, indiavolati e ispirati.
Gli ospiti, saldi a metà classifica, liberi da pensieri di ogni sorta, provano ad attaccare costruendo buone trame di gioco e si affacciano dalle parti di “Superman” Micheli con Merli, Ragnoli e Groos – i più vivaci tra i loro.
Bisogna aspettare ventisei minuti, ma il vantaggio della Vis, ormai nell’aria, marca con maggior veemenza una superiorità mai in discussione: Carlini aggancia il pallone e si lancia verso la porta difesa da Giorgi, che é costretto a uscire e atterra il numero dieci rossoblù, così che il signor Velocci di Frosinone possa decretare il calcio di rigore; sul dischetto si presenta “D’Artagnan” G. Antonucci, che non può fallire e non fallisce. 1-0 e partita in discesa.
I ritmi del match si assestano tra i piedi dei leoni rossoblù, mentre, al 38’ pt, G. Antonucci e Fiorini non riescono a spingere in rete una duplice occasione davvero ghiotta; il Fonte Meravigliosa prova a scuotersi con Merli, ma non c’è possibilità di sfondare la difesa d’acciaio della Vis.

Il secondo tempo non ammette sorprese: dopo sei minuti, Carlini si traveste da illusionista e fa sparire il pallone dopo uno stop sensazionale, si invola verso l’area e lascia partire un gioiello di balistica, intercettato da un intervento miracoloso di Giorgi, che supera i suoi limiti e spedisce la conclusione in angolo.
Al 9’ st “Re Mida” Dall’Armi strozza troppo il tiro, ma al 19’ st, G. Antonucci viene imbeccato con maestria e, una volta raggiunto il lato corto dell’area di rigore, serve “Rambo” Fiorini, che non perderebbe l’occasione per nulla al mondo e infila Giorgi, spedendo in paradiso la formazione setina.
Sul doppio vantaggio per la Vis, i ritmi calano inevitabilmente, anche se la formazione allenata da mister Catanzani non smette di rendersi pericolosa: al 28’ st sempre G. Antonucci semina il panico in area, ma non riesce a imprimere la giusta dose di forza alla sua conclusione; al 37’ st ancora il tornado G. Antonucci in combutta con Sampaolo non riescono a piegare le manone guantate di Giorgi, che si oppone quasi eroicamente alle sortite rossoblù.
Si alternano diverse sostituzioni per lasciar respirare i protagonisti inzuppati da una pioggia costante e dalle ottime notizie che arrivano dalla sfida tra l’Atletico Morena e la Luiss.
Poi, come se non fosse abbastanza – e mai ne abbiamo! – al 41’ st arriva anche la zampata feroce e vincente di Sampaolo, che beffa la retroguardia romana e dichiara il match concluso.

Grazie al tris rifilato al Fonte Meravigliosa e alla sconfitta della Luiss contro l’Atletico Morena per 4-3, la Vis si laurea campione con una giornata d’anticipo, vincendo il campionato Promozione con 74 punti, spalancando le porte verso l’Eccellenza.
Forse non c’é mai stata storia, dopo quel gol eterno di Bucciarelli al 57’ st contro l’inseguitrice Luiss; forse il destino sapeva già a chi sorridere; forse nessuno avrebbe potuto privare mister Catanzani e i suoi indomabili leoni di questa gioia. Una cosa, tuttavia, é certa: la Vis ha vinto il campionato perché si é dimostrata la squadra più forte, unita e ambiziosa dell’intero torneo.
Il resto conta poco. Il resto non ci interessa.
Il resto é gloria e pura felicità.

⚽️⚽️⚽️

Vis Sezze – Fonte Meravigliosa 3-0

Vis Sezze (4-3-3): Micheli (43’ st Paccarié), Ceci, Bucciarelli, Formato, Dell’Aguzzo, Dall’Armi, Piccaro (34’ st Drogheo), Tomei, Carlini (24’ st Marchionne), Fiorini (36’ st Sampaolo), G. Antonucci (40’ st Severa). A disp.: Sperduti, Martelletta, Rosella, Berisha. All. F. Catanzani.

Fonte Meravigliosa (3-5-2): Giorgi, Carolini, Busti (31’ st Bisanti), Clementi, Roano, Ragnoli (22’ st Barbuti), Merli (36’ pt Ramundo), Pisapia (29’ st Boccalini), Groos, Fredere, Manganaro (29’ st Zuffardi). A disp.: Carta, Ferranti, D’Agostino, Della Porta. All: L. Domenici.

Arbitro: Velocci (Frosinone); (Conti e Cocco di Frosinone)

Marcatori: 26’ pt G. Antonucci [rig.] (VS), 19’ st Fiorini (VS), 41’ st Sampaolo (VS)

Ammoniti: 11’ pt Dall’Armi (VS), 17’ pt Carlini (VS), 26’ pt Giorgi (FM), 31’ pt Clementi (FM),

Recupero: 1’ pt, 2’ st

 

MARCO GAETA: «Ci siamo riusciti! Siamo riusciti a raggiungere qualcosa di straordinario, alternando momenti di grande intensità ad altri difficili. L’importante era superarli tutti insieme e lo abbiamo fatto, senza mai abbatterci. Rivolgo un grande applauso a tutti. Il calcio é un gioco particolare, a cui partecipano squadre nelle quali concorrono poco più di una ventina di atleti e staff nutriti di professionisti: il segreto del nostro gruppo é stata la compattezza, l’unione d’intenti e la serenità con la quale si sono affrontati i momenti delicati. Tutti si sono rivelati utili e tutti hanno capito l’importanza delle proprie capacità e dell’obbiettivo che si poteva raggiungere, lottando senza arrendersi mai. Questa è la bellezza di questo gruppo!»

FLAVIO CATANZANI: «Partiamo da un presupposto: l’interesse mio e della società era comune, ovvero non ci piace arrivare secondi. Non ci siamo mai dati per vinti, i ragazzi sono stati davvero eccezionali, tutti i componenti della società ci hanno protetto e seguito e ringrazio tutti, dal magazziniere, all’addetto stampa. Ho cominciato a capire che questo gruppo avrebbe potuto conquistare un traguardo importante già dalla preparazione, perchè vedevo la fatica e la fame, li vedevo soffrire e caricarsi a vicenda. Poi, nel corso del campionato, abbiamo dato corpo a questo sogno e ringrazio loro per questo!»

FABIO FORMATO: «Questa vittoria é strameritata, perché ci abbiamo creduto fin dall’inizio. Sezze non merita una categoria come la Promozione, merita ben altro! Voglio ringraziare la società, prima di tutto, così come i tifosi, che anche oggi erano tantissimi e il mister e tutti i miei compagni, che hanno lavorato con professionalità fin dal primo giorno!»

GINO PACCARIIÉ: «Questo campionato é finito come doveva finire. Ci hanno spesso trattato come una squadra che non meritava la vittoria, invece abbiamo dimostrato a tutti la nostra forza e questa vittoria é solo la ciliegina su un’annata dura e straordinaria!»

EDOARDO DALL’ARMI: «É stata una cavalcata trionfale, una soddisfazione immensa, sia per tutti noi calciatori che per tutto il paese. Siamo contentissimi, ma ora pensiamo a festeggiare, perchè dopo una stagione così, ce lo meritiamo!»

MANUEL MICHELI: «É stato un grandissimo campionato e a noi ora la soddisfazione di un lavoro che parte dallo scorso anno, a partire dalla salvezza sofferta. Quest’anno abbiamo intrapreso un percorso diverso, tutti uniti verso un unico obiettivo. Ci eravamo ripromessi di giocarcela sempre, provando ad arrivare fino in fondo e così é stato. É una gioia immensa, é una vittoria di un gruppo indescrivibile!».

Area Comunicazione Vis Sezze

Lascia un commento