Prima Categoria, Girone E – Torre Angela Acds, manca… Pochi per il salto: “La nostra scalata frutto del lavoro”

Roma – La Prima categoria del Torre Angela Acds è entrata nella fase decisiva di stagione. La squadra cara alla famiglia Ciani è arrivata a tre turni dalla fine occupando il secondo posto con due punti di svantaggio sul Certosa e due in più rispetto allo Zena Montecelio, che tra l’altro saranno di fronte tra loro il 12 maggio prossimo. Nell’ultimo turno il Torre Angela Acds ha violato il difficile campo dell’Albula sesto della classe con un secco 2-0 firmato dal rigore del bomber Nico Federici e dal bellissimo gol (il primo stagionale) del centrocampista offensivo classe 1998 Emanuele Pochi. “Non era facile giocare su un campo di terra e contro un avversario che ha provato a metterci in difficoltà con i lanci lunghi – dice Pochi – Nel primo tempo siamo riusciti a sbloccare il risultato grazie al rigore di Nico, poi a inizio ripresa con una splendida azione siamo arrivati al raddoppio: ringrazio lo stesso Nico per l’assist, finalmente è arrivato il mio primo gol in campionato”. Il giovane giocatore, che ha vissuto esperienze importanti nelle giovanili di Torino, Frosinone e infine Ancona (dove fece la Berretti), ha ricominciato quest’anno dalla Prima categoria dopo la sfortunata esperienza della passata stagione in Eccellenza al Colleferro. “Uno strappo mi fece concludere anzitempo l’annata, ma soprattutto mi era passata la voglia di giocare. Qui ho trovato un ambiente molto famigliare: devo ringraziare mister Andrea Rubenni e il dirigente Pino Marsella per essermi stati sempre vicini anche nella prima parte di stagione quando ho avuto diversi problemi fisici, ma anche tutto il gruppo e la società che mi hanno sostenuto. Ora sono pronto a dare il mio contributo in questa fase finale di campionato”.

Domenica il Torre Angela Acds ospiterà il Setteville Caserosse quarto della classe. “Loro hanno cinque punti di distanza da noi e sicuramente verranno a battagliare per vincere. Noi, però, abbiamo rispetto per tutti, ma paura di nessuno e cercheremo di fare un’altra grande partita”. La squadra capitolina ha una impressionante striscia positiva aperta di 14 vittorie e 2 pareggi nelle ultime 16 partite. “All’inizio c’era un po’ di sorpresa per questi risultati, ma sono semplicemente frutto della costanza nel lavoro e della voglia di arrivare in alto di questo gruppo” conclude Pochi.

Lascia un commento