Promozione, Girone A – Doc Gallese, Provinciali ritrova la sua ex: “Monti Cimini? Chissà se con me al centro dell’attacco…”

Terminata la sosta è iniziata la tradizionale preparazione settimanale anche per la Doc Gallese che si avvia ad ultimare questo campionato pieno di alti e bassi ma con una salvezza già in tasca con un mese e mezzo di anticipo. Domenica, al Dino Nelli ore 16.30,  per la squadra di mister Forti c’è comunque un appuntamento di prestigio perché il derby con la Polisportiva Monti Cimini richiama sempre un po’ di attenzione. Osservato speciale sarà l’ex di turno Simone Provinciali passato dalla sponda giallonera a quella biancorossa nel mercato di dicembre.

Un girone fa Simone Provinciali lasciò la Monti Cimini al primo posto in classifica ora te la ritrovi al terzo. Che effetto ti fa?
“Mi dispiace perché avevo lasciato tanti compagni col quale mi trovavo bene. Personalmente poteva essere un altro anno a giocarmi qualcosa d’importante come era accaduto spesso nelle ultime stagioni. E chissà se i Cimini con Provinciali al centro dell’attacco potevano trovarsi ancora in testa alla classifica”.

Per Provinciali è la gara della rivincita?
“Nel calcio non sono queste le rivincite. In novanta minuti non ci si può giocare le rivincite di una stagione. Si affrontano due squadre con due situazioni di classifica opposte. Noi della Doc Gallese siamo salvi da due mesi mentre dall’altra parte ci si gioca ancora qualcosa d’importante. Credo che a partire dal singolo allenamento il clima sia totalmente diverso”.

Nove con i gialloneri, sette coi biancorossi. Stagione soddisfacente a livello personale?
“Per i miei standard sono sotto la media ma nella prima parte di stagione avevo il ritmo di un gol a partita. Sono arrivato a Gallese con una squadra che doveva a tutti i costi tirarsi fuori da una situazione delicata. Abbiamo avuto tanti problemi di squadra tra infortuni e squalifiche ma come ci siamo salvati siamo inevitabilmente calati di rendimento ed è normale che anche i gol siano diminuiti”.

Ufficio Stampa Doc Gallese

Lascia un commento