Serie D, Girone G – Più Cassino che Ladispoli: colpo esterno per gli uomini di Urbano

Ladispoli: Travaglini, Casavecchia (37’st Di Curzio), G. Salvato, Leone, Gallitano, Cannizzo, Manoni, De Fato (39’st Bertino), Cardella, Del Signore (37’st Antonangeli), Zucchi. A disp: A. Salvato, Mastrodonato, Lisari, Tollardo, Di Grazia, Manzari. All. Carlo Cotroneo

Cassino: Della Pietra, Carcione, Ricamato (27’st Darboe), Prisco, Tirelli, Tribelli (37’st Mattera), Camara, Centra, Tomassi (16’st Lombardi; 48’st Di Sotto), Marcheggiani (40’st Di Filippo), Nocerino. A disp: Trani, Fragnoli, Zegarelli, Cocorocchio. All. Corrado Urbano

ARBITRO: Cutrufo di Catania

ASSISTENTI: Marconi e Baschieri di Lucca

MARCATORE: 36’st Prisco

NOTE: Spettatori 250 circa. Ammoniti: Del Signore, Leone, Cannizzo, Nocerino, Mattera, Camara. Angoli: 6-2. Recupero: 1’pt; 5’st

LADISPOLI – Il Cassino sbanca il Sale grazie ad un colpo di testa nel finale di partita, ad opera di Prisco e conquista tre punti di vitale importanza in ottica playoff. Ladispoli punito oltremisura, se si considera la buonissima ripresa giocata dai ragazzi di Cotroneo: pali, traverse, occasioni mancate, grandi parate di Della Pietra; tanti complimenti ma zero punti in cascina per una classifica ancora molto corta, che forse oggi con un risultato positivo, avrebbe potuto assumere connotazioni differenti, alla luce anche dei risultati giunti dagli altri campi. Ma per fortuna il calcio è uno sport meraviglioso, perché dà subito l’occasione per riscattarsi: giovedì, infatti, si gioca il turno infrasettimanale per via dell’oramai prossima festività della Pasqua. Al Sale arriva un’Albalonga senza grossi obiettivi; un match da non sottovalutare, ma da provare a vincere per cercare di passare (innanzitutto una serena domenica di festa) e poi per prepararsi al meglio alle ultime due gare contro Anzio ed Anagni, incroci fondamentali per il futuro rossoblù.

Ufficio Stampa Ladispoli

Lascia un commento