Serie D, Girone G L’AVVERSARIO DI – Ad Anzio sono tanti gli errori della Torres. Mister Riolfo: “Puniti alla prima disattenzione”

La Torres cade in casa del fanalino di coda Anzio e complica terribilmente i propri piani salvezza.

I rossoblu sono distanti tre punti dal quattordicesimo posto e giovedì affronteranno il Città di Anagni in un autentico playout anticipato da non fallire, a patto che la squadra di Giancarlo Riolfo mostri quella concretezza che al ‘Bruschini’ non si è vista: “Mi è sembrato di rivedere la partita contro il Ladispoli – commenta il tecnico dei sassaresi – Anche in quella circostanza siamo stati puniti alla prima disattenzione difensiva e non siamo riusciti a capitalizzare la mole di gioco prodotta. Ad Anzio abbiamo collezionato una quantità incredibile di palle gol nitide, dal tiro di Pinna da due passi al destro di Spinola che Trombetta ha tolto dall’incrocio, passando per il colpo di testa di Demartis e le due azioni di Sarritzu. Purtroppo tutti questi errori ci hanno tolto lucidità e serenità nelle scelte, segno di una fragilità mentale sulla quale stiamo lavorando“. Riolfo non ha apprezzato nemmeno l’operato dell’arbitro: “Vorrei rivedere il gol di Giordani, perché dalla panchina sembrava fuorigioco. Inoltre credo che l’intervento su Bilea nel secondo tempo andasse sanzionato con l’espulsione. Oltre al danno della sconfitta, subiamo anche la beffa degli infortuni visto che lo stesso Bilea, Salvatore Pinna e Romeo hanno dovuto lasciare il campo in anticipo“.

Lascia un commento