Eccellenza, Girone B – L’Insieme Ausonia non va oltre il pari casalingo. Regge il fortino Audace

Si lascia sfuggire ancora la possibilità di incamerare tre punti preziosissimi l’Insieme Ausonia, in una gara con l’Audace dominata dal primo minuto. I ragazzi di mister Gioia non riescono a concretizzare il continuo pressing sul team di Di Rocco, e denunciano anche un certo nervosismo dovuto alle mancate realizzazioni, testimoniato dalle cinque ammonizioni, una delle quali si è tramutata poi in espulsione, per proteste nei confronti dell’arbitro Marra di Agropoli, giudice di gara apparso ai più non esente da colpe nella conduzione della gara. La squadra di casa si presenta in campo con un 1-4-2-3-1, dietro la punta centrale Palumbo il tridente composto da Monaco Di Monaco-Zonfrilli-Giustini, in mediana Natoni e Agrillo, difesa a 4 con gli esperti La Manna e Pirolozzi, Quirino e Siciliano sulle fasce. L’Audace risponde con il più classico degli 1-4-4-2, in formazione coperta per serrare gli spazi e generare quella densità capace di resistere alla pressione dei padroni di casa. Primo tempo monologo, nel quale l’Insieme Ausonia manifesta un predominio schiacciante, con la sfera sempre nell’area di rigore dell’Audace, ma manca il piede che la mette dentro. Dopo le cocenti delusioni della settimana scorsa per i due rigori nettissimi negati, i tifosi dell’Insieme Ausonia vivono un’altra pesante frustrazione per il fallo di mano in area di Massimiani dell’Audace, che al 35esimo respinge il cross di Corrado: il pubblico invoca a gran voce il penalty ma l’arbitro Marra lascia correre. Secondo tempo con i padroni di casa autori di un vero e proprio forcing, purtroppo improduttivo. Dopo clamorose occasioni Monaco Di Monaco è vicinissimo al gol su imbeccata di Giustini; neanche gli innesti di Gioia e di Di Vito riescono a sbloccare il risultato e tributare alla squadra ciociara il meritato quanto agognato vantaggio. Il nervosismo gioca un brutto scherzo all’attaccante campano Palumbo, che viene espulso per doppio giallo a seguito di reiterate proteste. All’ultimo istante di gioco il diavolo sta per metterci la coda, allorché Tagliabue si trova a tu per tu con Calderaro ma sciupa la macroscopica occasione per un clamoroso successo esterno per l’Audace. L’Insieme Ausonia è attesa ora nella difficile trasferta di mercoledì 10 a Lavinio mentre l’Audace ospiterà la Virtus Nettuno.   

INSIEME AUSONIA – AUDACE 0-0

INSIEME AUSONIA: Calderaro, Quirino, Siciliano, Natoni (Corrado 28’), La Manna, Pirolozzi, Agrillo, Giustini, Palumbo, Zonfrilli (Di Vito 89’), Monaco Di Monaco (Gioia 69’). A disp.: Viola, Berardi, Gioia, Nugnes, Stagno, Lazzara, Wade, Di Vito, Corrado.

Allenatore: Roberto Gioia

AUDACE: Cardoso, Falcone, Giordano, Boninsegna (Alongi 52’), Massimiani, Benedetti, Denni (Chiti 65’), Colaneri, D’Urso (Fortunato 62’), Demofonti (Marchionni 93’), Benvenuti (TGagliabue 69’). A disp.: Capretti, Alongi, Cellitti, Renzi, Chiti, Hoxha, Fortunato, Tagliabue, Marchionni.

Allenatore: Marco Di Rocco

ARBITRO: Vincenzo Manna (Agropoli), assistenti Ivano Martelluzzi e Alessandro Cocco (Frosinone)

NOTE: Ammoniti Natoni, Quirino, Palumbo, Pirolozzi, La Manna per l’Insieme Ausonia

ESPULSI: Palumbo per l’Insieme Ausonia

Lascia un commento