Prima Categoria, Girone E – Certosa, torna il bel gioco. Mister Russo: “Pensiamo a vincere, poi vediamo cosa fanno le inseguitrici”

Una vittoria convincente per tornare a volare. Il 2-0 rifilato alla Dinamo Roma nell’ultima giornata ha permesso al Certosa di mantenere ben salda la vetta della classifica. “E’ stata una bella partita, finalmente ho rivisto bel gioco – esordisce Massimiliano Russo – Abbiamo creato tantissime occasioni. Nella seconda frazione di gara abbiamo rischiato soltanto una volta, poi l’abbiamo sbloccata con Palombi e chiusa con Chiera direttamente da calcio di rigore. Tra l’altro per noi quel campo era ancora un tabù da sfatare”.

Dietro, però, le inseguitrici non mollano. Spingono, si strattonano e attendono il passo falso. Domenica i neroverdi sono attesi dall’impegno con l’Accademia Real Tuscolano, penultima della classe: “Partite facili non esistono – tuona il tecnico – Abbiamo perso con lo Sporting Guidonia e pareggiato con la Magnitudo, il tutto in casa. Il Real Tuscolano sta lottando per non retrocedere. Verrà da noi per toglierci punti. Da adesso a fine campionato non ci sono partite agevoli. L’unica squadra che temo, però, siamo noi stessi. Siamo giovani e alcune volte pecchiamo di concentrazione”. Turno, peraltro, piuttosto spettacolare. Oltre il Certosa, infatti, ci sarà da seguire con attenzione la doppia sfida da capogiro tra le squadre posizionate dalla seconda alla quinta posizione. Vale a dire, tutte le inseguitrici: “Prima di vedere ciò che accadrà altrove, dobbiamo pensare a vincere. Prima prendiamo i tre punti, poi diamo un’occhiata a come sono terminate le altre due partite. Torre Angela e Zena stanno andando alla grande. Quest’ultima, tra l’altro, si sta giocando anche il proprio percorso in Coppa. Testa bassa e lavorare. Se alla fine saranno stati più bravi di noi? Chapeau”.

Ufficio Stampa Certosa

Lascia un commento