Prima Categoria, Girone F – Crystal Pioda, bisogna crescere. L’analisi di Capoccetti: “Lucidità, grinta e voglia di fare risultato”

Domenica scorsa è andato in scena lo scontro diretto fra Crystal Pioda e Montelanico valevole per la salvezza in Prima Categoria.
Il match si è concluso con un pareggio che di fatto rimanda il discorso alle prossime giornate e noi abbiamo intervistato Marco Capoccetti, difensore giallo-blu.

Credi che il risultato sia giusto nei confronti della gara disputata?
L’ultima era una partita importante contro una diretta rivale, eravamo pronti sia fisicamente che mentalmente e credo che nel primo tempo si sia visto. Nonostante il gol iniziale subito la squadra ha reagito bene e ha giocato una prima frazione di gara di ottima qualità trovando il pareggio e facendo girare bene palla. Nel secondo tempo però, forse anche per il gran caldo, sembravamo più scarichi e non siamo riusciti a continuare sulla stessa lunghezza d’onda. Un pareggio amaro ma che, data la prestazione complessiva, è il risultatopiù giusto.

Cosa manca al Crystal per fare sue questo genere di partite? La squadra c’è, le doti tecniche e fisiche sono superiori alla posizione in classifica, ciò che non abbiamo sono la mentalità e l’umiltà. Siamo una squadra giovane e non sappiamo gestire i risultati quando sono favorevoli e il nervosismo quando siamo in svantaggio; in più dobbiamo imparare a remare tutti nella stessa direzione. La squadra viene prima di tutto, le volontà del singolo vanno in secondo piano. Dovremmo farci un esame di coscienza e capire cosa sbagliamo singolarmente prima di puntare il dito verso mister o compagni.

Francavilla ha recentemente dichiarato che alla squadra manca soprattutto fame. Pensi di essere d’accordo? Mai mi sarei sognato di dare ragione a Lollo (ride, ndr), ma è così. Molto spesso ci sentiamo arrivati quando non siamo nemmeno a metà gara. Le lacune tecniche e mentali da sempre si colmano con la grinta e la voglia di andare a fare risultato, alla maggior parte di noi tutto questo manca

Nel prossimo match affronterete l’Atletico Monteporzio, considerata una big del campionato in corso. Contro le prime della classe abbiamo sempre sfornato prestazioni di livello, giochiamo a mente più sgombra e questo ci permette di esprimere il nostro calcio che, come dimostrano gli scontri diretti, non è inferiore al loro. Dobbiamo lavorare bene durante la settimana per restare lucidi tutti e 90 i minuti e capire che possiamo giocarcela con chiunque se giochiamo di squadra e lavoriamo per la squadra.

Mgsportivo.blogspot.com

Lascia un commento