Eccellenza, Girone A – Villalba, pari d’oro. Il Cynthia si mangia le mani

Alla fine termina con un salomonico pareggio, ma la partita tra Cynthia 1920 e Villalba Ocres Moca 1952 ha offerto tensione e tanto agonismo in campo.

Finisce 1-1, in una gara tutto sommato equilibrata, senza grosse emozioni, anche se il pallino del gioco l’ha quasi sempre avuto in mano la formazione di mister Diego Leone.

Durante i 95 minuti di gioco complessivi i tiri in porta sono stati pochi, con due squadre a controllarsi e studiarsi sin dal primo giro di lancette.

Molta tattica da entrambi i fronti ha impedito quel gioco in profondità che entrambe le compagini hanno dimostrato più volte di saper fare, come nella gara di andata, finita con uno squillante 3-4.

Padroni di casa in vantaggio appena inizia il secondo tempo, con Silvagni, autore di un bel tiro incrociato sul secondo palo su cui Nasti non può nulla.

Colpito nell’orgoglio il Villalba si riversa nella metà campo avversaria e tenta di schiacciare il Cynthia.

Bene i ragazzi di Leone, su tutti il solito Bari e Scotto da centrale, mentre si è ottimamente disimpegnato Taverna da play basso.

I padroni di casa, andati in gol praticamente al primo tiro in porta della partita, hanno badato al controllo giocando di rimessa e poco altro.

Gli ospiti invece hanno creato pericoli in più occasioni, prima un paio di mischie da calcio piazzato, poi sugli sviluppi di un calcio di punizione di Valentini.

Meritato arriva così il pareggio, direttamente da calcio d’angolo di Valentini, con Prioteasa che di testa fa secco il portiere di casa a dieci minuti dal termine.

Poco dopo lo stesso attaccante ha l’occasione di regalare i tre punti ai suoi con il gol del 2-1, ma la sua girata non e’ efficace come in altre circostanze.

Un 3-5-2 messo in campo con attenzione da Leone che alla fine ha portato un punto preziosissimo in ottica corsa salvezza.

E domenica al campo Ocres Moca di Villalba arriva il Real Monterotondo Scalo, formazione di alta classifica e di spessore tecnico, contro cui all’andata si impattò tra le mura amiche con un 2-2 che lasciò loro l’amaro in bocca.

I ragazzi tiburtini si attendono una gara gagliarda e determinata e faranno altrettanto, magari provando a fermare ancora una volta la formazione eretina.

I tifosi della Brigata stanno già preparando la coreografia per dare sostegno ai propri beniamini.

 

Ufficio Stampa Villalba Ocres Moca

Lascia un commento