Under16 Regionali – Atl. Vescovio, mister Primavera lavora sull’identità: “Per vincere serve continuità, questo gruppo deve cementarsi”

Oggi incontriamo il mister dell’Atletico Vescovio Daniele Primavera:

Salve Mister. Per prima cosa le vorrei chiedere se si fosse ambientato bene in questa grande famiglia che è il Vescovio, visto che è il primo anno qui per lei.
“Il mio ingresso all’interno della società è stato agevolato da tutti coloro che ne fanno parte. Da subito mi sono sentito parte integrante di questo progetto e ciò sicuramente ha inficiato sul buon rapporto che si è instaurato. Ho trovato un bel clima e le sensazioni sono state positive sin dai primi giorni”.
Questo weekend si è disputato l’incontro contro la prima in classifica e la vittoria non è arrivata per una serie di sfortunati episodi. Cosa manca per arrivare a certi livelli?
“Nell’ultimo match abbiamo sfidato la Spes Artiglio, una vera e propria corazzata che non sfigurerebbe nella categoria Élite. La gara è stata avvincente e gli abbiamo dato del filo da torcere. Avremmo meritato di più, ma sono comunque molto contento dell’atteggiamento dei nostri giocatori, che si sono battuti fino alla fine. Per arrivare al loro livello serve tempo, passione e positività per saldare la nostra unione. In campo dobbiamo continuare a dare il massimo, per alzare la qualità tecnica”.
Lei guida gli Allievi Regionali da questa stagione, e quindi vede la crescita quotidiana del collettivo. Esiste la possibilità, di solidificare gli insegnamenti di quest’anno per poi alzare l’asticella seguentemente e porsi grandi obiettivi?
“Molti dei giocatori in rosa provengono da altre esperienze proprio come me e quindi, rispetto a molte altre squadre, l’intesa iniziale non era elevata. Stiamo lavorando per dare delle fondamenta solite al gruppo: un’identità tecnico-tattica e uno spirito comune sono fondamentali per la nostra crescita. Il percorso che ci aspetta potrà essere accidentato, ma la nostra crescita si vedrà proprio in questi momenti inevitabili e necessari. Dovremmo essere capaci a sfruttare queste situazioni a nostro favore”.
L’apporto di nuovi ragazzi può aiutare la crescita del gruppo e anche l’aumento di competitività?
“I miei ragazzi sono molto bravi e sono orgoglioso di quanto la dirigenza mi abbia messo a disposizione. Questo gruppo deve cementarsi sempre più, per poi costituire il cosiddetto “zoccolo duro” per gli anni a venire. Per far sì che un progetto sia vincente, è necessaria la continuità”.
Insieme a lei, ad addestrare i ragazzi, ci pensano anche la preparatrice atletica Prof. Clara Cesarini, i dirigenti e il mister in seconda. Avere alle spalle uno staff di livello come il suo, quanto è importante per la crescita collettiva?
“Come dicevano i vecchi saggi: l’unione fa la forza! Ho la fortuna di avere accanto delle persone che stimo e ciò aiuta. In campo ci sono Renato Galassi, prezioso collaboratore tecnico sempre presente e attento, e la Professoressa Clara Cesarini che, con il suo buonumore e la sua sua competenza, ci supporta dal punto di vista atletico. In più abbiamo la fortuna di avere dalla nostra, due persone come Stefano e Gianluca: dirigenti indispensabili che ci scortano ogni settimana”.
Sappiamo degli inviti che la dirigenza ha ricevuto per poter partecipare a tornei importanti. Quanto conta essere considerati per queste manifestazioni? E’ una gratificazione anche personale? Come si preparano certe competizioni, anche a livello mentale?
“Se prenderemo parte a manifestazioni importanti, il nostro obiettivo primario sarà quello di difendere e onorare i colori che indossiamo. Partecipazioni a tornei blasonati, fanno parte del processo di crescita di cui si parlava poc’anzi: i ragazzi hanno bisogno di fare esperienze per potersi fortificare, anche se all’inizio possono sembrare molto dure. Bisogna iniziare a capire che i grandi risultati si ottengono soltanto con il duro lavoro. I ragazzi dell’Under16, l’anno prossimo, disputeranno il campionato di categoria superiore e solo chi merita avrà l’opportunità di esordire in categorie più impegnative quali l’Eccellenza”.
Area Comunicazione Atletico Vescovio

Lascia un commento