Scuola Calcio – Accademia Calcio Roma, mister Rea con orgoglio e soddisfazione: “Lavorare con umiltà e sincerità per aiutare i ragazzi a diventare uomini migliori”

Scuola Calcio Accademia Calcio Roma, questa volta, ai microfoni del nostro ufficio stampa, ha parlato mister Carmine Rea, del Gruppo Pulcini II Anno 2008 ⬇️

“Facendo un bilancio del lavoro svolto sin qui sono particolarmente soddisfatto. Siamo cresciuti sia da un punto di vista tecnico che di coesione e affiatamente del gruppo. Siamo a buon punto ma possiamo continuare a migliorare”.

Queste le prime parole del Mister che prosegue con gli obiettivi: “Socializzazione dei ragazzi, il rispetto del compagno e dell’avversario, la consapevolezza dei propri mezzi. Sto cercando di fare emergere il meglio di ognuno di loro. L’obiettivo è quello di contribuire alla loro crescita, cercando di formarli attraverso lo sport”.

Parlando di Scuola Calcio, Mister Rea ci spiega cosa serve per fare l’istruttore di attività di base: “Ci vuole umiltà, bisogna essere un maestro autorevole e non autoritario. Ogni ragazzo , rappresenta un mondo diverso, fatto di proprie idee, interpretazione e scelte. L’educatore-mister, deve essere ingrato di sfruttare le proprie capacità, per entrare in questo mondo e cercare di fornire ai ragazzi tutti i mezzi utili per la loro crescita personale e sportiva. La parte più bella e quella più complessa è vedere i ragazzi del gruppo, dopo una seduta di allenamento, o dopo una gara, uscire dal campo stanchi ma con il sorriso sulle labbra e la consapevolezza di aver dato il massimo. Il nostro compito è lavorare con umiltà e sincerità, per aiutarli a diventare uomini prima e calciatori migliori”.

La chiusura, sul mondo Accademia: “Essere all’Accademia Calcio Roma, è un motivo di orgoglio. Sono in una società importante, in crescita e all’avanguardia. Non posso che essere soddisfatto”.

Area Comunicazione Accademia Calcio Roma

Lascia un commento