Promozione, Girone C – Vis Sezze straripante! Fiorini e Dell’Aguzzo inguaiano il Falasche

La Vis non s’arrende. Mai! Sul campo “Villa Claudia” di Anzio, mister Catanzani e i suoi leoni sfidano il Dilettanti Falasche, per la 26esima giornata di campionato.
In un finale di stagione in cui le ambizioni e le speranze si scontrano e si intrecciano, il furore agonistico vale, spesso, più di una giocata di fino. A volte, si completano.
Formazione titolare quasi interamente confermata, rispetto alla vittoria di domenica scorsa, contro la Virtus Olympia: blocco difensivo formato da Micheli in porta, Formato e Bucciarelli centrali, con Caschera e Dell’Aguzzo esterni; il centrocampo è il dominio di Dall’Armi, Tomei e Compagno; attacco che accoglie Drogheo al posto di G. Antonucci, a dar man forte a Carlini e Fiorini.

L’impatto della Vis sul match è devastante: dopo quattro minuti, Carlini – autore di un primo tempo a dir poco sontuoso – imbecca Fiorini che spizza di testa, mancando di un nonnulla la porta; all’8’ pt è lo stesso “Black Mamba” Carlini che costringe l’estremo difensore Scarsella ad allungarsi per deviare in angolo.
Il Dilettanti Falasche accenna a una reazione con timide conclusioni, ma la scena la ruba Scarsella, autore di due interventi miracolosi, tenendo a galla i suoi: al 22’ pt si allunga, negando il gol a Carlini, che sfodera un sinistro micidiale, destinato all’angolino basso; al 41’ pt gratta via da sotto la traversa una punizione veloce e potente di Carlini, per quella che è un’esplosiva sfida nella sfida.
Tuttavia, è il Dilettanti Falasche a trovare il gol, grazie a un pizzico di fortuna: al 33’ pt, Bonomo si invola sulla fascia e lascia partire un cross violento all’altezza della trequarti, ma la traiettoria della sfera devia verso una direzione irreale e sorvola i guantoni di Micheli, che non può arrivarci. Dilettanti Falasche in vantaggio e strada di colpo in salita…
Tante, troppe occasioni per segnare nel corso dell’intero primo tempo, ma la Vis non raccoglie nulla. Manca il guizzo finale. Manca il secondo tempo…

La ripresa si sviluppa in crescendo: sale la tensione agonistica, mentre il tempo sfila via. I padroni di casa provano a blindare il risultato, ma la Vis non ha alcuna intenzione di perdere punti vitali e alza il baricentro con l’ingresso di Sampaolo a rimpolpare l’attacco.
Dopo che per quindici minuti le due formazioni si scontrano in un centrocampo molto affollato, “Bulldozer” Compagno furoreggia rubando un pallone pesantissimo, che serve sulla scia a Dell’Aguzzo; il terzino rossoblù calibra un traversone al vetriolo per Fiorini che sfonda le maglie della difesa avversaria e pareggia i conti.
La Vis è un fiume in piena, mentre il Dilettanti Falasche inizia a perdere qualche certezza in fase di impostazione difensiva.
Al 23’ st Formato raccoglie un cross a due passi dalla porta difesa da Scarsella e calcia a botta sicura, ma colpisce il pallone alzandolo sopra la traversa.
Con il passare dei minuti, le due formazioni sfoggiano una prestanza fisica invidiabile; aumentano i contrasti e il gioco subisce continue interruzioni, risultando eccessivamente frammentato. Il pareggio per il Dilettanti Falasche significherebbe un punto d’oro, contro una formazione ben più tecnica e brillante, ma la Vis é una creatura coriacea e dall’innata capacità di riprendersi dopo ogni colpo incassato.
A cinque minuti dal termine del tempo regolamentare, i padroni di casa sfiorano il colpaccio, quando Di Mario si allunga in spaccata alla ricerca di un pallone indirizzato verso l’area piccola di rigore, mancando l’impatto per una questione di millimetri.
Il pareggio sembra cementato: cala la lucidità, le squadre sono lunghe e saltano gli schemi. Fino al 45’ pt.
Fino a quando “Giotto” Severa intercetta il pallone sulla fascia, alza lo sguardo a scrutare gli orizzonti incantati dell’area di rigore, estrae il pennello e dipinge una traiettoria paradisiaca per l’inesauribile Dell’Aguzzo; la locomotiva rossoblù sa come segnare gol così, perché il suo non é un vizio, ma un’attitudine collaudata ormai tante volte, e così carezza il pallone quel tanto che basta per dissipare il grigiore di una domenica a cielo coperto.
Quando il signor Scarpati di Formia manda tutti sotto la doccia, i leoni setini possono esplodere di gioia, assieme all’euforico manipolo di tifosi al seguito.

Una vittoria di importanza campale per la classifica, perché arriva l’inatteso capitombolo dell’Atletico Morena, sconfitta in casa per 3-2 dalla Virtus Olympia; pareggia il Fiumicino 1926 per 2-2 sul campo dell’Ostiantica Calcio, mentre la Luiss stende per 3-0 il La Rustica. Ora la classifica recita così: Vis Sezze 60, Fiumicino 1926 55, Atletico Morena e Luiss a 54. E domenica prossima i cancelli del Tasciotti si spalancheranno per accogliere lo scontro chiave tra la Vis e l’Atletico Morena, sotto gli occhi, ce lo auguriamo, di un paese di tifosi sempre più innamorati.
Meno otto…

⚽️🦁⚽️

Dilettanti Falasche – Vis Sezze: 1-2

Dilettanti Falasche (4-4-2): Scarsella, Ricci, Di Mario, Farina (19’ st Santini), Ronci, Volpi, Bonomo (2’ st Tacconi), Petrocelli, Pirone, Riitano, Gallace. A disp.: Pellitteri, D’Angelo, Mirante, De Renzi, Spychalski, Catino, Nanni. All: Ranieri

Vis Sezze (4-3-3): Micheli, Caschera (32’st Severa), Bucciarelli, Formato, Dell’Aguzzo, Dall’Armi (9’ st Sampaolo), Tomei, Compagno, Carlini (36’ st G. Antonucci), Fiorini, Drogheo. A disp.: Paccarié, Ceci, Martelletta, Piccaro, Sperduti, Marchionne. All. F. Catanzani.

Arbitro: Scarpati (Formia); (Raganelli di Roma 1, Corrado di Formia)

Reti: 33’ pt Bonomo (DF), 15’ st Fiorini (VS), 45’ st Dell’Aguzzo (VS)

Ammoniti: 11’ pt Pirone (DF), 22’ st Petrocelli (DF), 26’ st Volpi (DF), 29’ st Tomei (VS), 29’ st Riitano (DF)

Recupero: 1’ pt, 5’ st

Area Comunicazione Vis Sezze

Lascia un commento