Serie D, Girone G – Abate fa scattare la festa della Flaminia ad Anzio

Seconda sconfitta consecutiva per l’Anzio, battuta di misura al ‘Bruschini’ dalla Flaminia nella venticinquesima giornata del Girone G di Serie D. Bacci lancia dal primo minuto il neo arrivato Dicuonzo e fa esordire l’argentino Bolo, tesserato a gennaio ma il cui transfer è arrivato soltanto in settimana. Flaminia senza il tecnico Schenardi, squalificato e sostituito in panchina da Tocci, allenatore della Juniores. La prima emozione al 6′, con Mignone che corregge in rete il tiro cross di Mattia ma l’arbitro annulla per posizione fuorigioco dello stesso Mattia ad inizio azione. La risposta dell’Anzio è affidata a Bolo, che al 12′ si fa parare da Vitali la conclusione al volo dal centro dell’area e al 17′ serve in profondità Buongarzoni, il cui tiro cross dalla linea di fondo viene allontanato con difficoltà da Modesti. Al 26′ Vitali risponde presente sul colpo di testa di Ludovisi mentre al 29′ è Minunzio a sfiorare il gol con una girata al limite dell’area piccola sul cross da destra di Di Palma. Gli ospiti si affacciano nuovamente dalle parti di Rizzaro al 31′, col sinistro di Mignone deviato in corner dall’estremo difensore neroniano ma rischiano ancora due volte prima dell’intervallo, con Faiello che sfiora il palo al 37′ sugli sviluppi di una punizione e Ludovisi che si vede corretta in corner da Gnignera la conclusione dal limite.

La svolta del match al 50′: Buono spazza via davanti alla panchina della Flaminia per anticipare Minunzio, il rinvio diventa un assist per Abate che sorprende la difesa alta dell’Anzio, si presenta a tu per tu con Rizzaro e segna sull’uscita del portiere. La reazione della squadra di casa è affidata al gran destro di Buongarzonial 57′ che sfila di poco a lato e all’inserimento di Bolo, anticipato da Vitali, sulla sponda del neo entrato Prandelli. I civitonici pungono in contropiede e sfiorano il raddoppio al 75′, quando Giordani anticipa Ferrara e sugli sviluppi del corner successivo rischia l’autogol, salvato dall’intervento di Trombetta, subentrato a Rizzaro. Il giovane estremo difensore neroniano si supera al 79′, chiudendo lo specchio a Ferrara. In pieno recupero, Gnignera rimedia il secondo giallo e lascia i suoi in dieci e, al 92′, è Prandelli a fallire l’appuntamento col pareggio calciando fuori dal limite dell’area piccola.

Anzio – Flaminia 0-1

Marcatore: 5’st Abate

Anzio (3-4-1-2): Rizzaro (16’st Trombetta); Labate, Giordani, Dicuonzo; Di Palma, Faiello (11’st Sterpone), Voltasio (21’st Papa), Buongarzoni; Bolo; Minunzio (21’st Pirazzi), Ludovisi (19’st Prandelli).A disp.:,Malerba, Fiacco, Njie, Florio. All.: Bacci

Flaminia (4-3-1-2): Vitali; Gnignera, D’Orsi, Modesti, Carta; Mattia, Buono, Guadalupi (1’st Lazzarini); Mignone (23’st Giovannetti); Morbidelli (8’st Ferrara), Abate. A disp.: Montesi, Staffa, Cangi, Genchi, Sirbu, Fapperdue. All.: Tocci (Schenardi squalificato)

Arbitro: Rispoli di Locri

Assistenti: Vagheggi di Arezzo – Kika di Pisa

Note – Espulso Gnignera per somma di ammonizioni al 46’st. Ammoniti:Minunzio, Mignone, Gnignera, Faiello, Vitali. Angoli:3-3. Fuorigioco: 0-6. Recupero: 1’pt, 5’st

Testo e foto di Matteo Ferri – Ufficio stampa Anzio Calcio 1924

Lascia un commento