Seconda Categoria, Girone H – VJS Velletri, la soddisfazione di mister De Massimi: “Pronti ed umili su ogni campo”

Dopo una settimana di allenamenti sotto la neve o quasi sotto zero, e diverse defezioni in rosa, la Vjs Velletri si è presentata all’appuntamento contro il Borgo S. Maria preparata per una gara difficile da sbloccare. Dopo il gol di Cassandra, però, i rossoneri hanno rischiato una volta sola e controllato abilmente il gioco. La vittoria vale il primo posto con 42 punti, frutto di 13 vittorie, 3 pari e 1 sconfitta. Ecco l’analisi dell’allenatore veliterno al margine della gara contro i pontini.

E’ arrivata un’altra convincente vittoria contro una squadra che era in ottimo stato di forma. Soddisfatto della prova dei ragazzi?

Sono naturalmente molto felice per i ragazzi. Prima di scendere in campo, nel consueto discorso pre-gara e chiusa la porta degli spogliatoi, ho fatto loro un applauso per la settimana trascorsa insieme. Prima la neve, poi la nebbia, poi i nubifragi. E loro sempre lì puntuali sul pezzo a credere fermamente che ogni prestazione deriva solamente da una intensa settimana di allenamenti. Questa è la direzione verso la mntalità sana e di conseguenza sempre competitiva. 

La Vjs Velletri, oltre alla consueta manovra corale palla a terra, ha dimostrato di saper pungere e rendersi pericolosa con più incisività anche sui calci piazzati e sulle palle inattive. Il lavoro dà i suoi frutti in questo senso?

Le giocate da fermo a favore o contro sono di notevole rilevanza. Stiamo potenziando le soluzioni e correggendo dei meccanismi per ciò che riguarda la fase ifensiva. Il campionato è lungo e non si smette mai di trovare il modo di crescere migliorando, l’importante è sempre porsi dei dubbi e da lì giungere a nuove risposte.

Dopo un inizio sotto tono, la squadra è cresciuta e ha preso il controllo del match: questa Vjs Velletri ha ritmo, testa e intensità, sono le caratteristiche vincenti di ieri?

Penso che l’approccio sia stato adatto alla gara. Loro sono una squadra molto organizzata e allo stesso tempo formata da un gruppo, allenatore e staff, molto unito viste le molteplici presenze. Andavano temuti e rispettati. Abbiamo lasciato a loro le prime mosse per capirli meglio, poi ci siamo presi il campo con giocate e tempi. Dobbiamo fare assolutamente nostro il concetto di umiltà, la domenica non è il venerdì: davanti ci sarà sempre un avversario con cui giocarsi i tre punti.

Domenica pomeriggio si va su un campo difficilissimo come lo “Stoza” di Cori: manto in erba naturale, terreno di gioco grande e avversaria ostica e affamata di punti. Non sarà un banco di prova facile…

Assolutamente non sarà facile. Però i ragazzi sanno bene che domenica prossima sarà un’altra finale, la seconda di febbraio e poi ne mancheranno altre dodici. Noi stiamo ragionando così, senza confonderci con le classifiche e le statistiche che oggi lasciano il tempo che trovano visto che nessuno può vincere nulla. Dobbiamo dimostrare a noi stessi che crediamo nelle proposte, nei metodi e nelle discussioni che ci accompagnano durante l’arco della settimana. Siamo un gruppo sano e giovane, pronto a portare questa Vjs su ogni campo. 

Ufficio Stampa VJS Velletri

Lascia un commento