UFFICIALE Promozione, Girone B – Il Giardinetti non sa più vincere, mister Russo dopo l’Atl. Zagarolo: “Non vedo più la sinergia di una volta, mi dimetto”

GIARDINETTI1957 vs ATL.ZAGAROLO 2-2

Finisce 2-2 con un finale rocambolesco, subbiamo le due reti al 90’ e al 95’che sanciscono il pareggio inaspettato per i nostri avversari. Le reti di Paoliello e Barile non bastano a riportare la vittoria in casa Giardinetti, che manca dal 23/12/2018. Ultime 4 partite portano 2 punti su 12 in palio, figli di due pareggi e due sconfitte, un rullino di marcia che non può essere sufficiente se si vuole ambire a traguardi prestigiosi. Il rammarico per oggi è tanto, soprattutto perché arriva negli ultimi 5 minuti di gioco e in una partita che ci non ci ha visto mai in sofferenza ma su due ingenuità dei singoli. Quello che manca al momento è ritornare a vincere ma soprattutto a ridare continuità di gioco e quindi di risultati, ma soprattutto fiducia dei propri mezzi. Ancora nulla è perduto, ma proprio domenica a Tivoli sapremo qual è sarà il futuro di questa squadra, ci si giocherà una fetta molto importante per il nostro campionato e contro la prima in classifica non si potrà sbagliare nulla. A complicare la situazione ci sarà la squalifica del bomber Federici subita oggi, uno dei nostri punti di forza dell’attacco, ma quello che conta sarà dimostrare il nostro valore e che il Giardinetti nono ha mollato, 14 finali questo ci aspetta.

Queste le parole del Mister Marco Russo a fine partita: ”Due punti persi sicuramente quelli di oggi, non si può pareggiare subendo due gol al 90esimo e al 95esimo, ma quello che più mi preoccupa è l’atteggiamento dei ragazzi. Qualcosa lo abbiamo perso da dicembre, forse è colpa mia, che non riesco a trasmettere loro quello che io voglio. Si dice che la squadra è figlia del proprio allenatore, bhe io non mi riconosco nell’atteggiamento e nel carattere di questa squadra. Ho deciso di dare le dimissioni, ai ragazzi serve un cambio di rotta netto e credo che questa sia la cosa migliore da fare, non vedo più quella sinergia che fino a dicembre era netta e forte”.

Lascia un commento