Prima Categoria, Girone E – La Magnitudo ottiene il massimo con il minimo sforzo: basta un autorete per battere l’Atletico Lodigiani

MAGNITUDO FCCG-ATLETICO LODIGIANI 1-0

Magnitudo FCCG: Grimaldi, Magnano, Gjeka, Sergiacomo (24’st Mari), Leone (32’st Tancredi), Cortesi, Moscetti, Pagano, Ladogana (7’st Loglisci), Galuppi (34’st Blasi), Massara (12’st Lombardo).
A disp.: Ficorella, Del Monaco, Giudetti, Scipioni. All.: Rossi.
Atletico Lodigiani: Pomponi, Di Ciaccia (17’st Morero), Vizioli (18’st Ancona), Luzzi (17’st Navarra), Giulitti (30’pt Perla), De Luca, Colucci (17’st Amendola), Laurenzi, Sandulli, Ceccarelli, Ciampi.
A disp.: Reale, Ceci, Pilone. All.: Fiatti.
Arbitro: Burattini (Roma).
Reti: 24’st aut. Perla.
Espulsi: –
Ammoniti: Leone (M), Mari (M) e Ciampi (M).
Note: Spettatori 60. Giornata fredda e nuvolosa.

Inizia il girone di ritorno ed al Campo Catena di Via di Centocelle la Magnitudo ospita l’Atletico Lodigiani. Due squadre che vivono periodi difficili con i padroni di casa che dopo l’esonero in settimana del mister presentano il giovane presidente Simone Rossi in panchina in attesa di ufficializzare il nuovo allenatore. Gli ospiti invece pur con l’assenza del bomber Cenci cercano punti decisivi per chiudere il discorso salvezza il prima possibile.

Ne esce così una partita molto tattica che per tutto il primo tempo non offre spunti degni di nota, Magnitudo più determinata e presente ma priva dello spunto decisivo ed Atletico Lodigiani che gioca sotto ritmo incapace di portare il minimo pericolo alla porta avversaria che come se non bastasse perde anche Giulitti per infortunio alla mezz’ora.

Anche il secondo tempo sembra ricalcare la prima frazione, poco movimento, difese attente e pericoli praticamente nessuno. Mister Fiatti cerca di dare una scossa alla squadra effettuando 4 cambi ma l’elettrocardiogramma è piatto, la squadra non reagisce e puntuale come sempre in questo periodo ecco l’episodio negativo che si abbatte sull’Atletico Lodigiani: al 24′ va via sulla sinistra in area Massara, cross rasoterra dove al limite dell’area piccola interviene Perla che in scivolata infila la propria porta. Trovato il vantaggio ovviamente la Magnitudo aumenta l’intensità difensiva, vede 3 punti pesantissimi e non lascia spazi alla sterile manovra di un Atletico Lodigiani che fino al termine cercherà invano senza neanche troppa convinzione di trovare il pareggio.

Alla fine la Magnitudo intasca 3 punti d’oro senza neanche faticare più di tanto, una partita che onestamente sarebbe dovuta finire in parità ma almeno i padroni di casa hanno dimostrato più voglia più determinazione ed alle volte bastano questi elementi per fare la differenza.

Lascia un commento