Eccellenza, Girone A – Stoccata di capitan Scotto di Clemente: Il Villalba vince in casa del Vescovio

Ancora tre punti in trasferta, per giunta in uno scontro diretto contro l’Atletico Vescovio: il Villalba Ocres Moca 1952 dei giovani non smette di stupire. Vince in trasferta contro una squadra quadrata e capace di tenere in mano il pallino del gioco per larghi tratti della gara. Ma la formazione di Diego Leone ha retto bene l’urto con la difesa a tre, una autentica diga eretta davanti al rientrante Nasti, con due esterni veloci e di gamba, come Raho e Langiotti e un centrocampo tutto muscoli e grinta con Bari, Valentini e Rossi. Davanti plauso a parte va a Flavio Prioteasa, più volte indicato in stagione come il migliore in campo per la dedizione e la voglia che questo ragazzo mette in campo in ogni partita. Anche stavolta canta e porta la croce, fa reparto da solo, fa salire la squadra, avanza palla al piede, subisce una vagonata di falli dagli avversari che non sanno come fermarlo, ma non fa una piega. Sempre presente a se stesso, ottima sponda per i compagni di reparto e libero per offrire l’alternativa di gioco davanti. Insomma, indispensabile, almeno in questo momento. Affianco a lui ha giostrato con qualità eccelsa Zanoletti, che i suoi 18 anni davvero non li dimostra. Giocate di alta scuola, che hanno innervosito i difensori romani. Ma anche quantità e dedizione, che sono le cose che chiede mister Leone. Il gol partita arriva nel primo tempo, dopo una decina di minuti, con Scotto di Clemente che svetta più alto di tutti sugli sviluppi di un calcio d’angolo e la mette dentro di testa. Dopo il gol molta pressione dei padroni di casa, con angoli e falli laterali buttati in area di rigore per cercare la mischia o il tap in vincente. Ma i tre centrali non hanno avuto problemi a disimpegnarsi spazzando tutto il possibile, a tratti ripartendo anche con calma e tecnica.
E domenica si torna a giocare in casa, al campo Ocres Moca di Villalba, contro quell’Almas che ha lasciato l’amaro in bocca nella gara di andata, pareggiata sul campo e persa a posteriori sul tavolo della giustizia sportiva. A maggior ragione serve una vittoria, per dare continuità ad una serie di risultati positivi e rimpinguare una classifica che ancora non permette di tirare il fiato.

Danilo D’Amico – Atuttosport.online

Foto – Valerio Caprino

Lascia un commento