Coppa Italia Promozione – Ottavi, successo in extremis per la Vis Sezze. Ostiantica con un piede fuori

Una squadra di leoni affamati: di rivalsa, di vittorie. Desiderosi di cancellare la sconfitta di domenica in campionato contro il Real Latina: quasi un’ingiustizia. È una Vis agguerrita quella che scende sul campo “Aldobrandini” di Ostia, per l’andata degli ottavi di Coppa Italia, contro l’Ostiantica Calcio. Mister Catanzani rivoluziona un po’ lo schacchiere: Paccarié è il portiere di Coppa e davanti a lui si schierano Ceci e Dell’Aguzzo terzini, con Formato e Caschera centrali; a centrocampo Martelletta prende il posto di Dall’Armi, coadiuvato da Piccaro e Tomei; in avanti Fiorini fa da perno, accompagnato da Rosella e da G.Antonucci. Come loro solito, i rossoblù spezzano da subito l’equilibrio, creando due nitide palle gol nel giro di quindici minuti: è un furioso Dell’Aguzzo a sfiorare il vantaggio, prima a tu per tu con l’estremo difensore romano Bolletta, poi di testa su calcio d’angolo, ma in entrambi i casi il portiere è abilissimo nel respingere la sfera.
Su un campo di terra zuppo e scivoloso, la Vis tenta comunque di disegnare eleganti trame di gioco: al 21’ pt Fiorini e Piccaro servono una sponda rasoterra per l’accorrente Rosella, che prova di piattone a infilare in rete, ma la sua conclusione viene deviata miracolosamente in angolo. L’Ostiantica si affaccia per la prima volta dalle parti di Paccarié al 25’ pt, con una punizione laterale di Agolini, che accende una ressa in area e Arabia non riesce ad approfittare di un blocco su Paccarié, sparando alto. Pian piano il match s’affossa nel terreno fangoso e il gioco si cementifica a centrocampo, con la formazione romana che si compatta e i setini che non riescono a trovare spunti brillanti per perforare la diga dei padroni di casa. L’Ostiantica Calcio si complica la vita da sola, quando al 38’ pt Caruso si fa espellere scioccamente, collezionando due cartellini gialli nel giro di quindici secondi, per proteste reiterate nei confronti del direttore di gara, il signor Ghinelli di Roma 2. Tuttavia, sono i romani che rischiano di passare in vantaggio nell’ultima azione del primo tempo, grazie a una strepitosa punizione di Alesi, che sfiora l’incrocio dei pali. Si tratta di una sfida molto fisica, assai equilibrata se non sul piano tecnico – evidente il divario a favore della Vis -, sicuramente su quello atletico; due formazioni ostinate, rocciose e spavalde. Il primo tempo si chiude a reti inviolate.

Il secondo si apre senza presentare novità sostanziali sul piano della dinamicità del gioco. Ma al 9’ st arriva, davvero a sorpresa, il gol del vantaggio per l’Ostiantica Calcio, grazie a una sfuriata di Agolini, abile a soffiare palla quasi al limite dell’area di rigore setina e a trafiggere Paccarié, che non può molto sul preciso rasoterra del miglior giocatore dei padroni di casa. Con un uomo in più, i leoni di mister Catanzani non possono arrendersi di fronte a questo svantaggio e la reazione non si fa attendere: già all’11’st G. Antonucci si prende la responsabilità di estrarre dal cilindro un magico calcio di punizione, ma la sfera si spiaccica contro la traversa, pizzicata quel tanto che basta da Bolletta. Da questo momento, la Vis non arretrerà di un centimetro, sfiorando il pareggio innumerevoli volte: sale sugli scudi Fiorini, che prima lascia partire un traversone veloce come un razzo per l’accorrente Carlini, che manca l’impatto di un nonnulla; poi è lo stesso centravanti rossoblù a sprecare un cross al bacio di G. Antonucci, consegnando la palla tra le braccia di Bolletta. Prende il via una girandola di sostituzioni da ambo le parti; l’Ostiantica non riesce in alcun modo ad arginare le sfuriate della Vis, che pecca solo di imprecisione sul più bello. Il match inizia ad acquisire i connotati di una nuova e clamorosa beffa, soprattutto quando al 36’ st i romani perdono Arabia, che rimedia un cartellino rosso diretto per un’inopportuna entrata a centrocampo su Caschera. Ma al 39’ st, il neo entrato Carlini, scova la strada giusta per uscire dalle tenebre, grazie a una paradisiaca staffilata da fuori area, che si conficca sotto il sette. É 1-1 e i rossoblù possono liberare un ruggito fin troppo trattenuto in gola. Ma non è affatto finita… Perché il signor Ghinelli decreta che si giocherà per altri cinque minuti di recupero, che é il tempo esatto che occorre ai ragazzi di mister Catanzani di comporre il finale di questo strano thriller: al 46’ st, Sampaolo non ci pensa su due volte e, da gran calciatore d’esperienza qual é , trova la zampata vincente da distanza ravvicinata per infilare la porta difesa da Bolletta: ora la Vis passa in vantaggio! E, quasi a voler prendersi gioco a loro volta del beffardo tiraccio che il destino aveva progettato per loro, i rossoblù esplodono nell’ultimo affondo, perché non possono farne a meno, quasi assuefatti dall’inerzia di un inestinguibile desiderio di rivincita: a due minuti dal triplice fischio finale, torna in gol anche Fiorini, che raccoglie un assist fulminante di Sampaolo e pone il sigillo a un match dai due volti. Grazie a questo discreto distacco nel punteggio, i ragazzi di mister Catanzani possono affrontare il ritorno con più serenità. Positiva anche la prova dell’Ostinatica Calcio che, nonostante il deficit numerico, non solo é riuscita a portarsi in vantaggio, ma é stata protagonista di una’intensa prova, tutta giocata sul dinamismo atletico. La Vis ha rialzato la testa. Domenica dovrà ripetersi, in campionato, davanti ai suoi numerosi tifosi.

__________

Ostiantica Calcio 1926 – Vis Sezze: 1-3

Ostiantica Calcio 1926 (4-4-2): Bolletta, Simei (33’ st Babusci), Arabia, Lembo, Natalizi, Caruso, Agolini (24’ st Moretti), Nicolai, Alesi, Romao, Pomepi (31’ pt Magroni). A disp.: Coppotelli, Dobrovic, Bonanni, Cadanuro. All: A. Cerrai.

Vis Sezze (4-3-3): Paccarié, Ceci, Caschera (40’ st Sampaolo), Formato, Dell’Aguzzo, Martelletta (15’ st Carlini), Tomei, Piccaro (23’ st Compagno), Rosella (31’ st Drogheo), Fiorini, G. Antonucci. A disp.: Micheli, Genovesi, Baicu, L. Antonucci, Marchionne. All. F. Catanzani.

Arbitro: Ghinelli (Roma 2); (Corsiero e Calistroni di Civitavecchia)

Reti: 9’ st Agolini (OC), 38’ st Carlini (VS), 46’ st Sampaolo (VS), 48’ st Fiorini (VS)

Ammoniti: 11’ pt Agolini (OC), 43’ st Sampaolo (VS)

Espulsi: 38’ pt Caruso (OC) [doppio giallo per proteste], 36’ st Arabia (OC) [rosso diretto per fallo di gioco]

Recupero: 2’ pt, 5’ st

Area Comunicazione Vis Sezze

Lascia un commento