Eccellenza, Girone B – Pomezia steso, non svegliate la PC Tor Sapienza! Santori mette ko i rossoblù

Pomezia – PC Tor Sapienza 0 – 1

Pomezia (3-5-2): Gori; Morelli, Celli, Renelli; Lo Pinto (20’st Laurato), De Santis, Ruggiero, Cestrone (30’st Di Ventura), Bencivenga; Laghigna (30’st Gomes), Valentino (1’st Gamboni). A disp. : Pinna, Di Agostino, Bizzaglia, Piccheri, De Falco. All. : Gagliarducci.

PC Tor Sapienza (4-2-3-1): De Angelis; Stramenga (37’ De Nicola), Marini, Santori, D’Astolfo; Minelli, Marra; Panella (13’st Maione), Della Penna (45’st Di Giovanni), Ruggiero (20’st Sarmiento); Camilli (41’st Toracchio). A disp. : Mattia, D’Ignazio, Nargiso, Mancini. All. : Anselmi.

Arbitro: Ceresini di Lodi.

Marcatori: 50’st Santori.

Note: 1’ e 9’ recupero; ammoniti Stramenga, Bencivenga, Minelli, Renelli.

Il calcio è lavoro, impegno, ma soprattutto emozioni, ed una gioia più grande di un gol al 95’ è difficile da immaginare.

Roba da Febbre a 90, la pellicola che fece innamorare tutti svariati anni fa; roba di pertinenza della Pro Calcio Tor Sapienza, che con un gol al 95’ di Edoardo Santori oggi ha espugnato il Comunale di Pomezia targando una stupenda impresa. Continuando a scrivere una favola che ha come protagonisti un gruppo di uomini fantastici, che oggi ha dato l’ennesima dimostrazione delle proprie doti.

La gara più dura – Di battaglie ne ha fatte tante la PC Tor Sapienza quest’anno, ma quella di oggi entra di diritto fra le più dure. Il Pomezia giocava in casa, veniva da un periodo molto favorevole (sette vittorie e un pareggio nelle ultime nove uscite) e nutriva motivazioni irripetibili per ricucire il distacco dalla capolista Tor Sapienza.

L’approccio dei ragazzi di Anselmi è stato eccellente: squadra corta, aggressiva, improntata alla pressione costante ed alla ripartenza, con particolare attenzione ai duelli ed all’organizzazione difensiva.

Dopo un primo quarto d’ora di studio il primo botta e risposta vedeva protagonisti da una parte D’Astolfo, che con la testa schiacciava verso Gori una punizione di Della Penna (rifinita di tacco da Ruggiero) costringendo il portiere di casa al miracolo in tuffo basso; dall’altra era invece De Santis a scagliare una bordata da fuori che chiamava De Angelis alla respinta con i pugni.

Con il passare dei minuti il Pomezia prendeva campo, comandando le operazioni, ma il Tor Sapienza sapeva soffrire. De Angelis doveva impegnarsi ancora su una punizione di Celli, deviandone il mancino in angolo, stessa sorte toccava al bel tiro a giro di Santori – sempre da fermo al 33’ – che preoccupava Gori, non costretto però all’intervento.

Il sacrificio paga – Nella ripresa Gagliarducci correva ai ripari, correggendo un 3-5-2 che aveva fatto storcere il naso a più di qualcuno. Dentro l’asso Gamboni e spazio al 4-3-3, con il gioco che si allargava e Stramenga e Marini (classe 2001) costretti agli straordinari per marcare l’ex Monterosi e Laurato.

All’ottavo brividi forti su un’impostazione errata di D’Astolfo, che regalava palla a Laghigna, l’ex Artena calciava solo forte davanti a De Angelis senza prendere la porta.

Al 17’ era invece Camilli a rendersi pericoloso con un colpo di testa su corner, dopo cinque minuti di pressione Tor Sapienza.

Dal 20’ in poi Gagliarducci si gioca tutti i jolly: dentro Laurato, Gomes, Di Ventura, con tutti i calibri in campo il Tor Sapienza soffre ma si difende con le unghie e con i denti.

A Santori però la palma di migliore in campo non bastava, il centrale voleva imprimere il suo nome negli annali. Al 50’ il Tor Sapienza si guadagna una bella punizione grazie al rilancio preciso di Toracchio ed alla fuga di Di Giovanni. Dai 20 metri, defilato, il Capitano sfoggiava una dolce palombella che ingannava Gori battendolo sul suo palo. Il Comunale esplodeva, i gialloverdi firmavano il gol vincente.

Questo successo vale forse molto più di tre punti. Non tanto per una classifica che vede il Tor Sapienza allungare sulle inseguitrici – Audace e Ottavia sono seconde a 29, contro i 32 dei gialloverdi – ma per le emozioni che solo questo sport sa regalare, oggi fortemente toccate dalla punizione di Santori e dall’orgoglio e dal sacrificio degli uomini di mister Fabrizio Anselmi.

Ufficio Stampa PC Tor Sapienza

Lascia un commento