VOCI DI MERCATO Lega Pro, Girone C – Rieti, non solo Moriero per la panchina. Rivoluzione mercato? Tiraferri e Lorusso altri nomi forti

Come detto, il maggior indiziato a sedersi sulla panchina dello “Scopigno” resta Francesco Moriero: l’ex esterno d’attacco dell’Inter (83 presenze e 10 gol) e della Nazionale (8 presenze e 2 gol, la doppietta col Paraguay), dopo l’esperienza di San Benedetto del Tronto è pronto ad accettare una nuova sfida e rilanciare le sue ambizioni nonostante le sue ultime esperienze non siano state proprio esaltanti.

GAUTIERI&BEONI IN AGGUATO — La società ci sta lavorando sin dal momento in cui Chéu ha deciso di lasciare Rieti, ma non è l’unica pista che si sta battendo: con Parlato che sfuma dopo le dimissioni date a Latina (il discorso vale anche per Battisti), in lizza per la panchina ci sono Carmine Gautieri e Loris Beoni. Il primo non allena dall’ottobre del 2017, da quando cioè il Pisa (C) gli ha dato il “benservito” dopo appena 9 giornate, nel corso delle quali però aveva collezionato 16 punti (4 vittorie, 4 pareggi, 1 sconfitta) e per trovare una stagione esaltante bisogna risalire fino al biennio 2011-2013 quando, alla guida del Lanciano, ottenne una promozione in B ed un 18esimo posto sempre in cadetteria con gli abruzzesi. Capitolo Loris Beoni. Il tecnico toscano, più volte nel corso del girone d’andata ha visto di persona il Rieti di Chéu all’opera e a chi gli domanda se tornerebbe in quella stessa piazza che quattro anni fa lo vide protagonista di un campionato di assoluto livello (arrivò terzo in serie D alle spalle di Siena e Poggibonsi), lui risponde: “Rieti non si dimentica, ci tornerei volentieri”. Staremo a vedere.

MERCATO IN FERMENTO — Intanto tra poche ore aprirà i battenti la sessione invernale del mercato, che dal 3 al 31 gennaio, consentirà a tutte le società professionistiche (dalla A alla C) di “riparare” agli errori estivi. E in casa Rieti ci sarà fermento, sia “in entrata”, che “in uscita” visto che la dipartita di Chéu e l’ormai addio di Poulinakis, porterebbero lontano da Rieti almeno una decina di calciatori legati all’ex tecnico e all’attuale proprietario: da Gallifuoco (già in Finlandia) a Pepe, da Diarra a Todorov proseguendo con Chastre, Xavi, Dabo, Di Domenicantonio, Vasileiou e Papangelis, sono tutti con la testa ormai altrove.

LINEA “ITALIANA” — Ma tolti un paio di loro (Diarra e Pepe) gli altri sono tutti rincalzi, il che significa che l’intelaiatura base della squadra non verrà smembrata ripartendo da Costa, Delli Carri, Gualtieri, Gigli (forse), Konate, Palma, Maistro, Cericola e Gondo, ai quali si aggiungeranno altri italiani: l’ex capitano Tirelli ed il suo “gemello” Marcheggiani – ora al Cassino – ma anche Scardala e Tiraferri, tutti pronti a dire “sì” nel momento in cui la società dovesse offrirgli una nuova opportunità. Il nome nuovo, invece, è quello di Davide Lorusso, attaccante del Trastevere, da sempre nelle mire del Rieti, che già lo scorso anno – sempre durante il mercato invernale – provò ad accaparrarselo. Sarà la volta buona?

Marco Ferroni – Npctv.it

Lascia un commento