ESCLUSIVA Prima Categoria, Girone F – Dinamo Labico, Nuzzi dopo la separazione dal club: “Dispiaciuto per come è finita”

Non è stata diramata nessuna comunicazione ufficiale, ma nei giorni scorsi la Dinamo Labico e mister Alfio Nuzzi hanno separato le loro strade. E’ accaduto dopo il match interno perso con il Casilina (2-3) e con una situazione di classifica non semplice, ma nemmeno disperata nel girone F della Prima categoria. In esclusiva Lazioingol ha avuto la notizia e ha contattato l’ormai ex tecnico labicano.

«Dispiace per come è andata a finiredice NuzziCredo che l’aspetto tecnico sia solo un parziale motivo della decisione che è stata presa. La cosa che mi ha lasciato un po’ perplesso è stato il modo con cui mi è stata comunicata la scelta: dopo la sconfitta col Casilina avevo proposto alla società di parlare tranquillamente assieme della situazione, come abbiamo sempre fatto per tutte le scelte nel corso degli anni e invece il lunedì sera ho ricevuto una telefonata in cui mi veniva comunicato di essere stato sollevato dall’incarico. Sono stato uno dei soci fondatori della Dinamo Labico e quando è ripartito il progetto della Terza categoria il club ha insistito per riportarmi qui: io l’ho fatto con piacere e orgoglio perché sono legatissimo a questa cittadina. Già l’anno scorso c’era stata qualche avvisaglia, poi la squadra riuscì a compattarsi e a fare una cavalcata incredibile che ci è valsa il salto in Prima categoria. Quest’anno sicuramente qualche errore lo abbiamo commesso in estate, ma abbiamo sempre portato avanti assieme questo percorso. Addirittura fino a poche ore prima della decisione che mi ha riguardato, avevo partecipato attivamente alla ricerca dei rinforzi di dicembre stante anche l’addio del direttore sportivo Natale Giovannetti un paio di mesi fa. Inoltre appoggiato anche l’idea del presidente di avviare della Scuola calcio della Dinamo Labico tra agosto e settembre, parlando anche ai genitori della positività di questa iniziativa. Dispiace che sia andata così, ma sono un uomo di calcio e so che ad un allenatore possono accadere anche queste cose. Ringrazio tutti i calciatori che ho avuto a disposizione, in particolare quelli della passata stagione che hanno fatto un campionato eccezionale. Ora continuerò a girare sui campi per documentarmi e restare sul pezzo nell’attesa che termini la stagione e che si possa ripartire con rinnovato slancio in una nuova avventura».

Lascia un commento