Promozione, Girone C – Crolla il Falasche, il De Rossi esulta nel festival del gol

Settimana movimentata alla Caffarella, per Montella oltre ai soliti dubbi anche un clima difficile da gestire, ma la lunga esperienza del tecnico riesce a portarlo ugualmente a mettere in campo una formazione competitiva per fronteggiare i pari classifica del Dilettanti Falasche. Ancora 4-5-1 “anomalo” per i reds con Vita in porta, Possente e Cadar (oggi all’esordio in campionato) sulle fasce di difesa con Liviello e Perugini, riportato per l’occasione al centro, una linea mediana composta da sinistra a destra da Monacelli, Lalli, Savaiano, Angelucci e Tomassini com l’ispiratissimo Ouattara, chiamato da tutti “MO” come unico terminale d’attacco. Gli ospiti, orfani del loro bomber principe Pirone, non sono apparsi in grande spolvero e per la squadra romana la vittoria alla fine è risultata abbastanza agevole. Ma veniamo con ordine, la partita. Parte forte il De Rossi che prova subito a chiudere nella propria area gli avversari, ma dopo un paio di minuti il primo tentativo da fuori è il loro con Lomonaco, palla a lato. Come nulla fosse, i padroni di casa riprendono a spingere con insistenza, grande giocata in slalom sulla fascia di Monacelli e cross al centro leggermente lungo su cui per poco Tomassini non riesce ad arrivare. Subito dopo sul versante opposto è ancora Monacelli a tentare la soluzione in porta dal limite, il tiro viene contrastato si alza e termina in area dove Perugini, incredibilmente solo, cerca di piazzarla di piatto ma la alza sopra la traversa. 15°, scende lungo l’out destro Tomassini, arriva sul fondo e la mette di fino in mezzo dove un difensore, fortunosamente la intercetta di tacco! Prova a rispondere la squadra anziate con Riitano che ricevuta una buona palla dalla destra la calcia di potenza, tiro molto alto però. Riprende a macinare gioco il De Rossi, punizione dalla 3/4 sinistra calciata tagliata in area, si avventa Angelucci ma è bravissimo Pellitteri ad anticiparlo con una tempestiva uscita. Angolo dalla destra, schema riuscito e bello scambio fra Monacelli e Tomassini, palla in mezzo e puntuale stacco di Angelucci, Pellitteri stavolta si supera e con un gran balzo toglie la palla dall’angolo alla sua sinistra. Subito dopo bellissima giocata sull’asse Ouattara-Monacelli e palla tesa in mezzo su cui ben tre attaccanti non riescono ad intervenire  sottomisura, sul proseguimento dell’azione la palla termina poi al limite sui piedi di Savaiano che se l’aggiusta e scaglia un gran tiro che colpisce la traversa. Il gol è nell’area ed arriva puntuale al minuto 31 grazie un gran lancio a tagliare il centrocampo di Possente per il guizzante Ouattara (MO) che brucia di slancio i centrali, entra in area, e supera il portiere ospite con un delizioso tocco sotto, uno a zero e grande entusiasmo per il primo gol ufficiale del giovanissimo colored del De Rossi. Qualche minuto dopo Mo avrebbe l’occasione di raddoppiare grazie ad un altro lancio in profondita, supera ancora il diretto marcatore, rientra mettendolo a sedere ma sul più bello scivola e permette agli altri di rinvenire su di lui. Ma è lo stesso Mo che al 44° riesce a siglare la sua prima storica doppietta grazie ad una ennesima gran giocata di Monacelli sulla destra che la mette in piena area, dove la giovane punta la mette giù di sinistro e di destro la scaraventa in rete, siglando il gol che permette ai ragazzi di San Giovanni di andare a riposo sul doppio vantaggio.

All’uscita dagli spogliatoi, il Falasche prova almeno a farsi vedere nell’area opposta, ma Vita è attento ed è pronto in uscita alta a sventare cross tendenzialmente pericolosi. Montella inserisce Paradiso, Olivieri e Schiavon per dare maggior linfa alla squadra c he sembrava essersi un pò seduta e la mossa sortisce l’effetto desiderato; Mo servito in area fa una sponda perfetta a pescare lo smarcatissimo Tomassini, in posizione di sparo ravvicinato, la botta c’è ma Pellitteri col corpo riesce a salvarsi deviando sopra la traversa. Poco dopo è la volta di Angelucci a provare la soluzione da lunga gittata, palla ancora alta. Al 25°bellissima azione De Rossi, Paradiso cesella un passaggio profondo per Angelucci, palla allungata in area per Tomassini che ancora per un niente non riesce ad arrivare e viene anticipato. Il Falasche sembra essersi definitivamente arreso e lo fa del tutto al 37mo quando i reds trovano il terzo gol; Mo in versione assit-man lancia in profondità sulla destra Tomassini che sprinta palla al piede e poi serve al centro Angelucci che la mette dentro in massima scioltezza, tre a zero. Questo gol stordisce definitivamente gli ospiti tant’è che un minuto dopo arriva anche il quarto gol. Grande giocata di Tomassini a trovare Olivieri sulla sinistra completamente smarcato, il giovane under entra in area e molto generosamente invece di provare il tiro, serve un assist al bacio per lo stesso Tomassini chiudendo una specie di triangolo lungo e il “Folletto della Caffarella” mette la sua firma sulla partita, 4 a zero! Il De Rossi però ha ancora fame e non si ferma, altro lancio sulla sinistra per il vivace Olivieri, stavolta il giovanotto ci prova col diagonale e sfiora il palo. Sul finale una palla buona anche per Moretti in piena area, la punta però gigioneggia un pò troppo e permette ai difensori di rientrare su di lui. L’ultimo tentativo della partita è degli ospiti, Riitano riceve una palla invitante sottoporta, ma Vita vuol rimanere imbattuto e si salva con prontezza deviando in angolo. Si arriva quindi al triplice fischio, la squadra di Montella ha vinto e convinto, il settimo posto in classifica è senza dubbio un risultato insperato alla vigilia del Campionato ma la strada è ancora terribilmente lunga e gli ostacoli possono stare dietro ogni angolo.

Ufficio Stampa De Rossi

Lascia un commento