Promozione, Girone B – Giardinetti, l’eliminazione dalla Coppa brucia. Federici: “Dovremo esser bravi a recuperare energie e ripartire”

Federico Federici, al termine dell’allenamento all’indomani della partita di Coppa Lazio, ha parlato in merito all’eliminazione avvenuta per mano del Vicovaro e in vista del match di campionato, in programma domenica a Licenza.

Allora Bomber, brucia tanto l’eliminazione dalla Coppa Lazio?

“L’eliminazione brucia tanto perché è una competizione a cui noi giocatori e staff tenevamo particolarmente. Qualcuno di noi l’anno passato ha vinto quella della Prima Categoria che sicuramente è diversa ma non è stata affatto facile da conquistare e sapevamo quando fosse bello gioire per questo trofeo”.

Cosa è mancato per superare il turno dopo il buon 2-2 fuori casa dell’andata?

“Beh è mancato all’ultimo minuto un mio guizzo finale a tu per tu con il loro portiere per poter portare a casa il passaggio del turno e un rigore nettissimo a pochi minuti dal termine della partita clamorosamente non assegnato. E’ stata una partita non a ritmi altissimi soprattutto perché sia loro che noi cercavamo molto di superare le linee di centrocampo lanciando la palla in avanti. Purtroppo loro hanno trovato un gol nel primo tempo con un gran bel tiro di un loro giocatore dopo qualche nostro errore in uscita in fase di pressione e l’abbiamo pagato caramente”.

Rabbia, delusione, tristezza… Possono influire ora sul campionato? 

“Sicuramente quando esci da questa competizione contro una squadra alla tua portata la delusione c’è, ma purtroppo ormai è andata cosi, ora dobbiamo essere bravi a gestire questa sconfitta e ripartire già domenica su un campo difficilissimo come quello di Licenza. Questi sentimenti se gestiti bene da staff e noi gruppo non credo possano influire sul campionato perché siamo siamo solamente ad ottobre, magari possono destabilizzare per la seguente partita ma dall’altra caricati per affrontarla al meglio e ripartire. Dobbiamo recuperare le energie perché due partite in quattro giorni si fanno sentire e il recupero è fondamentale per rendere al meglio sia fisicamente che mentalmente”.

Che valore ha il match di domenica per la crescita della squadra? 

“Il match di domenica, come ho già detto, sarà molto difficile su un campo dove tante squadre faticheranno a vincere. Da neo promossa dobbiamo rispettare tutti gli avversari e dare il massimo e raccogliere più punti possibili soprattutto in trasferta dove si costruiscono le vittorie di un campionato o quelle per salvarsi. Penso che domenica non sarà un crocevia perché lo è dalla prima giornata all’ultima, nessuna partita non è importante. Diciamo che tutti i giorni che stiamo insieme e ci alleniamo e facciamo gare ufficiali portano ad una crescita naturale del gruppo con la conoscenza delle idee e dei movimenti dei compagni. Quindi domenica sarà un’altra gara in più per conoscerci”.

Cosa ti senti di dire a tutti i tifosi, simpatizzanti o semplici appassionati della nostra squadra? 

“A chi ci segue al campo, su internet, ai nostri sponsor, dico di cercare di riempire di più gli spalti la domenica in casa perché siamo una buona squadra che merita più presenze sulla tribuna. Dico che ognuno di noi da il massimo per questa società e soprattutto noi grandi che abbiamo avuto esperienze anche più importanti, cerchiamo di aiutare a far crescere questa società a livello di prima squadra e di aiutare i giovani con dei consigli ma soprattutto allenandoci sempre al massimo e sudare per la maglia che indossiamo che sia giocare dall’inizio o da subentrante. Personalmente spero di ripagare la fiducia di società e compagni con tanti assist e gol da dedicare alla mia compagna e alla mia famiglia”.

Area Comunicazione Giardinetti

Lascia un commento