Coppa Italia Serie D – Sedicesimi, l’eliminazione brucia. Urbano: “Ci siamo svegliati tardi, per niente fortunati”. Più morbido il ds Patini

A prendere la parola per primo in sala stampa è un deluso Corrado Urbano che non cela il suo stato d’animo: “Non mi sto a nascondere dietro un dito, io come la squadra, volevamo andare avanti nella competizione – commenta seccato il trainer del Cassinoperdere non fa mai piacere e il nostro intento era quello di passare il turno per una serie di motivi. Innanzitutto perché si lavora meglio col conforto dei risultati, sarebbe troppo semplice dire che la Coppa non ci interessava, invece a me rode perché avevamo tutti i mezzi per andare avanti. Ci siamo svegliati tardi e non è possibile farlo sul 2-0. Abbiamo avuto occasioni (anche sporche) per raddrizzare la gara ma non siamo stati fortunati. Queste sono partite che devono essere decise anche con l’aiuto di qualche situazione non limpida, fattispecie che a noi è mancata”.

Anche ieri il Cassino ha preso gol ad inizio ripresa, come ad Avellino, un elemento che fa pensare: “E’ un aspetto che va valutato senz’altro– continua Urbano- ne parlerò coi calciatori, devo capire la natura di questi problemi per trovare la soluzione, è chiaro che è un aspetto che non può passare in second’ordine, specie se si reitera nel tempo. Ora mi preme che la squadra recuperi, i tanti impegni stanno gravando sulle spalle dei calciatori, molti di loro sono usciti stremati dal terreno di gioco e domenica abbiamo una nuova sfida importante”.

Nel post partita ha parlato anche il direttore sportivo cassinate Riccardo Patini che spiega: “Meritavamo  almeno di andare ai rigori (i tempi supplementari non erano previsti dal regolamento a questo punto della manifestazione, ndc) per quanto fatto vedere nell’arco della gara-  afferma il dirigente biancazzurro nel post gara – nel primo tempo la partita è stata equilibrata ed abbiamo preso gol su due distrazioni. Di fatto, nella ripresa, il Giulianova si è visto in avanti solo nell’occasione del gol, poi li abbiamo schiacciati nella loro metà campo avendo occasioni importanti. L’uscita dalla Coppa non è un dramma, l’importante è non aver patito infortuni in vista della ripresa del campionato”.

Simone Tescione – Cassinoinforma.it

Lascia un commento