Promozione, Girone A – Vigor Acquapendente, Fatone si gode il successo: “CSL Soccer squadra in salute, siamo stati pronti”

POLISPORTIVA VIGOR ACQUAPENDENTE – ASD CSL SOCCER 3-0

(PRIMO TEMPO 0 – 0)

 

POLISPORTIVA VIGOR ACQUAPENDENTE: Calzà, Finocchi, Fanelli, Frosinini, Nuccioni, Avola, Broccatelli, Colonnelli, Dante Isla Cacciavillani (40° st Coccetti), Saleppico (34° st Menci), Verri (28° st Rotunno)

A DISPOSIZIONE: Sinopoli, Bartoccini, La Vecchia

ALLENATORE: Fatone

ASD CSL SOCCER: Paniccia, Della Camera, Bresciani, Trebisondi, Gibaldo, Carru, Tiziano Campari, Saraceno, Csstagnola, Gaudenzi (15° st Peveri), Gianmarco Campari (7° st Cherubini)

A DISPOSIZIONE: D’Angelantonio, De Fazi, De Felici, Barzellotti, Bonelli, Gallina, Verde

ALLENATORE: Fracassa

ARBITRO: Matteo Morano di Roma II, assistente I Davide Pepe di Ciampino, assistente II Simone Maccari di Ciampino

MARCATORI: 11° st Isla Cacciavillani (PVA), 12° st Isla Dante Cacciavillani (PVA), 29° st Saleppico (PVA)

NOTE: Ammoniti 17° pt Colonnelli (PVA), 23° st Carru (ACS), 27° pt Finocchi (PVA), 36° st Nuccioni (PVA)

CRONACA GARA

Tre reti ma, quello che più conta, una espressione collettiva di gioco in grado di creare in novanta minuti ben sedici fluide manovre d’attacco, lancia definitivamente la Vigor nell’olimpo classifica. Nel pomeriggio che consacra davanti agli occhi del padre Stefano, la decisiva ascesa in cabina di regia di Broccatelli, gli aquesiani sbloccano la gara all’11° della ripresa: cross di Frosinini e rete di Isla Cacciavillani. Un minuto dopo il sudamericano si aggira rapace tra le distratte maglie della difesa ospite e realizza il raddoppio. Ed infine, al 29° fallo in area di Della Camera sulla imperiosa percussione di Broccatelli e calcio di rigore perfettamente realizzato da Saleppico. Tutto questo è riduttivo. Perché la Vigor è molto altro. Colonnelli, Avola, Finocchi, Verri, deliziano nella doppia fase impostazione-finalizzazione. Bravura e, perché nò, un pizzico di fortuna salvano Paniccia da una sorta di vera e propria “Waterloo in chiave civitavecchiese”. Che possono solo ed unicamente reclamare per una rete annullata a Castagnola e godersi per cinquanta minuti una fase di interdizione perfetta. Che, stranamente, si scioglie come neve al solo dopo aver subito il primo goal.

SPOGLIATOI

Uscire dallo spogliatoio che trema e ribolle per la soddisfazione è una vera e propria goduria per il tecnico Fatone. Che invece di “cavalcare la tigre trionfo”, rimane calmo e lucido nella sua analisi: “Sapevamo che la Csl era una squadra in salute”, commenta il Tecnico. “Non a caso Domenica aveva superato la Compagnia Portuale formazione accreditata da tutti come la principale candidata alla vittoria finale. E oggi non ha fatto altro che dimostrarlo. Fracassa ha preparato con intelligenza la gara puntando su un concetto a lui caro come l’organizzazione. Noi siamo stati pronti di fronte a tutto questo. Seppur difettando in fase di finalizzazione già nel primo tempo abbiamo gettato le basi dei tre punti cercando in maniera lucida la manovra. M quello che mi è piaciuto più di tutto è stata la pazienza. Chiave di lettura fondamentale per abbattere il concetto già espresso di organizzazione. Mai frenetici e irruenti neanche quando la partita si incanalava in binari a noi non consoni. Poi, una volta sbloccato il match, abbiamo trovato la tranquillità utile per divertirci e divertire. Giusto godersi il successo. Ma da martedì voglio subito tutti sul pezzo. Quello che sembra sulla carta facile infatti non lo è. Domenica ci recheremo sul terreno di gioco dell’Apd Aurelio Roma Academy, momentaneamente fanalino di coda della classifica. Non dobbiamo farci suggestionare dalle loro statistiche negative. Lotteranno fino alla fine per dare al loto pubblico la prima soddisfazione stagionale. E noi dovremmo farci trovare pronti con la mente e la gambe per impedire tutto questo”.

Giordano Sugaroni

Foto – Ludovica Mojoli

Lascia un commento