Promozione, Girone A – Il Cerveteri soffre col Montefiascone, ma vince. L’entusiasmo di mister Zeoli e Vignaroli: “Il gruppo è il valore aggiunto”

Prima la vittoria in Coppa Italia, poi il bis contro Montefiascone. Mister Zeoli inizia come meglio non si potrebbe la sua avventura sulla panchina dei verdeazzurri del Cerveteri. Un 3-2 contro Montefiascone, valido per la sesta giornata del campionato di Promozione, che vale l’ottava posizione momentanea in classifica. Giustini, Vignaroli e il nuovo arrivato Di Fiandra regalano i tre punti ad un Città di Cerveteri pronto ormai per andare a Canale Monterano, domenica prossima, con la consapevolezza di poter proseguire la marcia nei quartieri alti della graduatoria. C’era molta in attesa al Galli per la prima di Michele Zeoli in campionato ma anche per l’esordio di bomber Ciro Di Fiandra, pezzo pregiato arrivato in settimana alla corte dei cerveterani. E l’ex calciatore di Fiumicino e Civitavecchia, un curriculum da attaccante di alto profilo, non ha tradito le attese. “Sono molto contento di essere a Cerveteri aveva detto Di Fiandra alla vigilia dell’ultimo matchè una società da un passato glorioso che ha progetti importanti. Anche la tifoseria è molto calda ed esigente. Spero che si divertano con me. Ho voglia di scendere subito in campo e mostrare tutto il mio valore”. E così cinico dal dischetto Di Fiandra quando entrato in campo ha dato la scossa ai cerveterani battendo con freddezza il penalty concesso dal direttore di gara.

Prima del gol della vittoria gli spettatori avevano assistito ad una gara spettacolare. Ad aprire le danze Giustini grazie ad un’azione prolungata di Paraschiv sulla destra che dopo aver ubriacato 4 uomini, è entrato in area di rigore servendo al compagno magistralmente che si è spostato la palla sul destro scaricando a rete. Raddoppio sugli sviluppi di un calcio d’angolo: ancora assist di Paraschiv, tra i migliori in campo, e colpo di testa vincente di Vignaroli che continua a trovare il gol con facilità in questo campionato. Il Montefiascone accorcia le distanze su punizione ma è Di Fiandra a calare il tris dagli undici metri dopo essersi guadagnato il fallo dentro l’area con un doppio passo di grande classe. Sembra fatta ma gli ospiti accorciando riducono ancora il punteggio sfruttando una dormita difensiva del Cerveteri proprio al fotofinish. Ma ormai è troppo tardi per sperare in una rimonta e gli uomini di Zeoli salutano il pubblico che lo ha sostenuto per una vittoria importantissima dopo la sconfitta di Tarquinia.

Il mister analizza la partita. “Ieri abbiamo sofferto un po’ inaspettatamente. Le nostre marcature sono arrivate da azioni personali importanti, poi però abbiamo concesso per disattenzione. Troppi falli ingenui sulla trequarti, e così gli avversari si sono resi pericolosi buttando palloni in area di rigore. Peccato c’è da lavorare. Speriamo l’infortunio di Bacchi non sia grave, anche D’Amelio purtroppo è rimasto infortunato. In questo momento siamo contati. Ci tenevo ad elogiare pubblicamente Giorgio Paris che non ha giocato, ma è un ragazzo umiltà e disponibilità incredibile e mi ha dato una grande mano in panchina trasformandosi in una sorta di giocatore-allenatore anche se non è entrato neanche un minuto”. 

Entusiasta Simone Vignaroli. “Sono contento dei risultato e dell’organizzazione che ci sta dando mister Zeoli dal suo arrivo. Siamo un’ottima squadra capace di fare bel gioco e di saper soffrire quando serve, qui si inizia a vedere l’impronta del mister. Il gruppo di amici e di ragazzi di Cerveteri che si è creato è il valore aggiunto, e sono onorato di farne parte”.

Lascia un commento