Serie D, Girone G – Avellino in vetta, il Cassino visto al ‘Partenio’ è ampiamente alla portata

Avellino – Cassino 3-0

Avellino: Lagomarsini, Morero, Gerbaudo, Ventre (28’ st Mentana), Tompte (10’ st Carbonelli), Nocerino (22’ st Patrignani), Parisi, Tribuzzi, Dondoni, Matute, Sforzini (41’ st Ciotola). A disp. Bruno, Mikhaylovskly, Acampora, De Vena, Buono. Allenatore: Graziani.

Cassino: Palombo, Tomassi (25’ Cococcia), Camara, Carcione (21’ st Darboe), Mannone, Brack, Tribelli (16’ st Zegarelli), Ricamato, Prisco, Tirelli, Marcheggiani. A disp. Della Pietra, Lombardi, Centra, Sfavillante, Proto, Di Nardi. Allenatore: Urbano.

Arbitro: Nicoli di Brescia. Assistenti: Sonetti e Fiore entrambe di Genova.

Spettatori: 3000.

Marcatori: 1’ st Tribuzzi (A), 14’ st Sforzini (A), 50′ st Carbonelli (A).

Ammoniti: Gerbaudo (A), Sforzini (A).

Recuperi: 2’ pt, 5’ st.

Espulso Brack (C) al 13’ per fallo di mano in area di rigore.

 

Il Cassino perde la sua prima gara stagionale per 3-0 nel big match in casa dell’Avellino. Decisive le reti di Tribuzzi, Sforzini e Carbonelli nella ripresa dove il Cassino ha pagato un approccio terribile non riuscendo mai a reagire. A chiudere ogni velleità di rimonta l’espulsione di Brack arrivata dopo un pasticciaccio con Palombo. Eppure i biancazzurri dopo un approccio guardingo avevano dato l’impressione di poter far male (nel primo tempo) nonostante il pallino stesse nelle mani campane. Avvio di gara scoppiettante con l’Avellino protagonista dopo una manciata di secondi con Tribuzzi che, col piede debole, tira sulla traversa da posizione favorevole. Il Cassino non sta a guardare e al 3’ tenta con decisione la via della rete grazie ad un’iniziativa di Ricamato che spara in porta da posizione lievemente decentrata: sfera alta di pochissimo. Al 14’ ancora i benedettini fanno paura: la conclusione di Prisco è salvata da Morero sulla linea dopo il suggerimento di Marcheggiani che sfrutta un’uscita maldestra di Lagomarsini su un calcio lungo. Al 24’ i lupi campani vanno vicino al gol con Gerbaudo che di sinistro calcia una palla di uscita dalla difesa cassinate con Palombo che si esalta smanacciando in angolo. Al 35’ Tribuzzi converge al centro calciando a giro ed è ancora Palombo a dire di no. Un minuto più tardi Sforzini anticipa netto Mannone di testa e palla che sfiora il palo. Squadre a riposo a reti bianche.

Pronti-via e l’Avellino si porta in vantaggio al primo minuto della ripresa: bello il destro a giro di Tribuzzi che dal lato corto avvita la conclusione dove Palombo non può arrivare. Al 9’ il Cassino reagisce ma non inquadra in tuffo Prisco sul traversone di Camara. Al 13’ i biancazzurri capitolano nuovamente, stavolta su rigore: Brack intercetta in area con la mano un tiro di Sforzini, bravo a sfruttare un malinteso tra il centrale olandese e il portiere Palombo. Nell’occasione Brack è stato espulso. Lo stesso ex Pescara non lascia scampo all’estremo cassinate infilzandolo con un terra-aria sotto la traversa. Nel recupero Matute si presenta davanti a Palombo centrandolo in pieno, cosa che non fa Carbonelli un istante dopo circumnaviga il portiere benedettino calando il tris.

di Simone Tescione – Cassinoinforma.it

Lascia un commento