Promozione, Girone B – Giardinetti, Barile ha buone sensazioni: “Tivoli e Palestrina favorite, ma occhio alla sorpresa…”

Ha giocato in serie C1, C2, Lega Pro, Serie D, Eccellenza, Promozione… 487 presenze e 180 gol… Ha vinto ovunque e giocato sempre da protagonista. Daniele Barile è uno dei giocatori più forti e vincenti che ci sia nella categoria Promozione. Adesso è iniziata per lui una nuova sfida, una nuova avventura con la maglia del Giardinetti1957, con la quale si è presentato subito con il suo marchio di fabbrica, ovvero il gol. Lo abbiamo intervistato a pochi giorni dall’inizio del campionato e in prossimità del big match contro la Tivoli Calcio 1919:

 

Come mai la scelta è ricaduta, nella sorpresa generale di tutti, al Giardinetti1957 ?, quali sono state le motivazioni di questa scelta? “Ho avuto dei problemi con il Lavinio a pochi giorni dalla fine del mercato e grazie alla conoscenza con qualche compagno di squadra e qualche persona che conosceva i Dirigenti della società, mi è stata data questa opportunità di parlare con il Presidente e il DS e di valutare la proposta e il giorno dopo ho deciso di accettare”

Giunti alla quarta giornata, come sta la squadra a livello fisico e psicologico? “Ho trovato una squadra volenterosa con l’obiettivo di far bene partita in partita, con tanto spirito di sacrificio”

Che gruppo hai trovato, ragazzi appagati dal triplete dell’anno passato o ancora affamati?Il gruppo l’ho trovato molto coeso, unito, un bellissimo rapporto fra tutti”

Tu che hai molta esperienza, anche se è presto dirlo… Quali sono le squadre favorite per arrivare in fondo? “Le favorite del girone sono sicuramente la Tivoli e il Palestrina, ma ci potrebbe essere una sorpresa, un terzo incomodo…”

Mister, Staff, Dirigenti che puoi dirci su questo gruppo di lavoro, visto la tua carriera sparsa per l’Italia?Ho trovato una società molto molto molto organizzata, Dirigenti e personale dello Staff che si danno da fare, e per una società dilettantistica può solamente che far bene per un giocatore”

Riguardo al tuo rapporto con i compagni di squadra, c’è qualcosa che puoi raccontarci, che ti ha colpito, qualche rito scaramantico o aneddoto? “Sono segreti che rimangono nello spogliatoio e casomai svelati alla fine del campionato non adesso. Ce li teniamo per noi dentro il nostro spogliatoio, la nostra casa”

Ultima domanda… Dove vuoi e volete arrivare? “L’obiettivo è quello di pensare partita per partita e vedrete che ci leveremo delle belle soddisfazioni, sia io a livello personale che con il gruppo”.

Area Comunicazione Giardinetti

Lascia un commento