Eccellenza, Girone B – La PC Tor Sapienza va giù sotto le bordate di Accrachi. Meglio il Pro Roma

PC Tor Sapienza – Pro Roma 0 – 3

Tor Sapienza: De Angelis; De Nicola, Stramenga (1’st Ruggiero), D’Astolfo, D’Ignazio; Minelli, Mancini (10’st Sarmiento), Graziani (49’st Viselli); Di Giovanni (13’st Giulitti), Della Penna, Romani (6’st Toracchio). A disp. : Mattia, Di Bella, Marini, Nargiso. All. : Fabrizio Anselmi.

Pro Roma: Cittadini; Campanella, Mastroddi (30’st Frateani), Ferramini, Talone, Mele; Sola (20’pt Ulisse, 34’pt Ascione), Santini, Accrachi (43’st Alessandroni), Rodolfi, Stefanelli. A disp. : D’Angelo, Melis, Sardi, Agostinelli, Alessandrini. All. : Mattia Aliberti.

Arbitro: Pica di Roma 1.

Marcatori: 6’pt e 23’st Accrachi, 18’st aut. Ruggiero.

Note: 2’ e 5’ recupero; ammoniti Sola, Graziani.

Il Pro Roma fa il colpaccio al Castelli, vincendo per 3 – 0 contro un Tor Sapienza voglioso ma poco cinico ed a tratti sfortunato. Nulla da togliere al Pro Roma, che ha giocato una partita ordinata, di sostanza e con tanta malizia ed esperienza, fattori che sono mancati a un Tor Sapienza che ha giocato molto di più il pallone, ma producendo poco in zona rete. I gialloverdi entravano in campo aggressivi, alti e vogliosi, procurandosi una punizione al 4’ su cui Cittadini sfoggia un miracolo su Graziani. Gol sbagliato, gol subito: come nella più classica delle situazioni, il Pro Roma riparte e, da una discesa di Rodolfi, trova un bel gol di Accrachi che svetta fra D’Astolfo e D’Ignazio non lasciando scampo a De Angelis. Graziani è fra i più attivi, suona la carica per i suoi rubando un pallone al 18’ e involandosi verso Cittadini, provando un pallonetto che finisce alto di poco. Al 20’ Sola, dopo un normalissimo fallo, litiga con mezza tribuna costringendo mister Aliberti al cambio, entra Ulisse che si farà male a sua volta, al suo posto subentrerà l’ex Tor Di Quinto Ascione, che con la sua velocità sarà decisivo. Al 37’ ci vuole un super De Angelis per murare Accrachi spedito a rete, mentre nel finale di primo tempo ancora sfortuna per i gialloverdi. Al 40’ Mancini manda alle stelle una ghiotta palla da destra, due minuti dopo l’ex Savio trova anche il gol ma in posizione di fuorigioco, dopo che un compagno aveva calciato sicuro a rete.

Erano due ottime occasioni che il Tor Sapienza pagherà, nella ripresa i ragazzi di Anselmi continuano a insistere sul gioco, trovando la via del gol ma ancora in fuorigioco. Il Pro Roma sa abbozzare, resistere e colpire al momento giusto, al 18’ arriva il raddoppio: azione avvolgente dei giallorossi da sinistra a destra, Ascione semina mezza difesa, allarga per Stefanelli che si inventa una magia con il tacco per la sovrapposizione di Campanella, il tiro non è irresistibile ma una deviazione di Ruggiero, accorso a chiudere, mette fuori causa De Angelis. Pochi minuti dopo arriva anche il tris: De Angelis sfodera un altro miracolo sul tap in di Ascione, ma sulla respinta Accrachi, sul filo del fuorigioco, fa 3 – 0. Nel finale il Tor Sapienza coglie anche un palo con Giulitti, il risultato rimarrà sul 3 – 0 per un Tor Sapienza che oggi, oltre alla sfortuna ed all’inesperienza, paga anche le assenze di Santori e Panella, alle prese con dei leggeri fastidi muscolari. Un incidente di percorso può capitare, merito al Pro Roma di aver giocato e vinto la partita con tanta esperienza, cinismo e con i gol di bomber Accrachi, giocatore importante per questa categoria.

Ufficio Stampa PC Tor Sapienza

Lascia un commento