TEST MATCH – Città di Pomezia ok, ma l’Under19 Elite del Pomezia mostra carattere

Dopo aver messo in riga, come da pronostico, le Juniores Regionali della Crecas e del Palocco, la formazione Under 19 Elite del Pomezia Calcio si arrende sul sintetico del “Maniscalco” alla Città di Pomezia (4-2), compagine indicata dagli addetti ai lavori tra le principali favorite alla vittoria del Campionato di Prima Categoria, e manda giù il calice amaro della prima sconfitta della pre-season. La formazione allenata da Corrado Zanchi, tutto sommato, non ha affatto demeritato contro una rivale piuttosto organizzata e di notevole caratura tecnica. Catenacci e compagni sono andati sotto nel punteggio, ma hanno avuto la forza per rientrare in partita grazie alle segnature di Medei ed Aiello, prima di subire l’allungo definitivo degli avversari di turno. Ma andiamo con ordine. La squadra allenata dal confermatissimo Andrea Castelluccio spezza l’equilibrio, dopo soltanto cinque minuti dal fischio d’inizio, per merito dell’ex Castrogiovanni, il quale prende la mira dal limite dell’area e, con una conclusione di prima intenzione, incastra la sfera sotto la traversa. I ragazzi del presidente Antonio Maniscalco, grazie al prezioso apporto dei giocatori del pacchetto mediano, bravi ad alimentare con regolarità l’azione offensiva vanno a segno per la seconda volta con il neoacquisto Fieni, lesto a girare in fondo al sacco un preciso cross dalla corsia sinistra di Pettinari. Il Pomezia Calcio, nei minuti seguenti, ha una generosa reazione e accorcia le distanze con il bomber Medei, il quale si incunea tra i difensori centrali rivali, a seguito di un passaggio filtrante di Rossi, e infila l’incolpevole Rotatori proteso in uscita. L’undici allenato da Corrado Zanchi, poco più tardi, completa la rimonta per merito di Aiello, bravo a finalizzare da pochi passi un preciso cross dalla destra di Minghella. La Città di Pomezia non ci sta e passa di nuovo a condurre in chiusura di tempo. Il generoso Pezzera si fa valere sulla trequarti campo destra e serve un assist perfetto al centro dell’area per Fieni, il quale non si lascia sfuggire l’occasione propizia e consente alla sua squadra di andare al riposo sul duplice vantaggio.

Le due contendenti, nel corso della ripresa, continuano ad affrontarsi a viso aperto e mettono più volte in apprensione il pacchetto difensivo rivale. Ma si registra soltanto una marcatura. La Città di Pomezia, in piena zona Cesarini, chiude definitivamente i conti con Pezzera, il quale trasforma una punizione dal limite dell’area e costringe i ragazzi del presidente Cerusico ad uscire dal campo con un passivo più pesante.

Ufficio Stampa Pomezia Calcio

Lascia un commento