Eccellenza, Girone B – PC Tor Sapienza, Stramenga entusiasta: “A Colleferro non era facile ribaltarla. Pro Roma? Complicata”

È entrato in campo con la voglia di dimostrare, quella che deve contraddistinguere ogni giovane che si affaccia al campionato di Eccellenza, e ha fatto subito centro. Marco Stramenga, classe ’99, è stato fra i protagonisti della vittoriosa trasferta di Colleferro, dove il Tor Sapienza ha incassato i primi tre punti della stagione. Con una mossa audace, Anselmi ha alzato Ruggiero ala ed inserito il terzino subito dopo aver preso il gol. Della Penna ha pareggiato, lo stesso Ruggiero ha fatto il 2 – 1 e nel finale anche Stramenga ha messo il proprio nome sul tabellino.

«Dovevo farmi perdonare il gol che avevo segnato qui lo scorso anno, quando giocavo con la Juniores dell’Accademia» scherza Stramenga, visibilmente soddisfatto martedì sera, alla ripresa degli allenamenti, in sala stampa. «Sono molto felice perché ribaltarla non era facile in un campo difficile come quello di Colleferro, volevamo i tre punti fortemente, li meritavamo anche alla prima giornata e li abbiamo presi al Caslini con gli interessi. Sono entusiasta, più per la vittoria della squadra che per me stesso».

Il gol di Della Penna ha sbloccato il Tor Sapienza, che sino al vantaggio del Colleferro (giunto su rigore) si era divorato tante occasioni: «Nel post-partita fra di noi ci abbiamo anche scherzato, se non avessimo preso gol magari finiva zero a zero pure questa, chissà. Il rigore subìto ci ha fatto svegliare, abbiamo tirato fuori il carattere e fatto valere la nostra maggior qualità, meritavamo di vincere». Inizialmente in panchina dopo l’esordio da titolare al Castelli, l’ex terzino dell’Accademia si è fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa, dimostrando fame e voglia di stupire: «Oggi nel calcio non esistono i titolari – sottolinea “Strame” – tutti dobbiamo farci trovare pronti, sudare la maglia e sfruttare le occasioni che il mister Anselmi ci concede, siamo tutti importanti, ci sono cinque cambi e tutti devono entrare in campo con l’atteggiamento giusto». La dedica per il gol non è banale: «È per la squadra, per il mister, per tutti noi che ci stiamo impegnando tanto in questa sfida difficile come è il campionato di Eccellenza».

Infine Stramenga riserva un pensiero al Pro Roma, che domenica mattina sfiderà il Tor Sapienza al Giorgio Castelli. «Sarà una partita complicata, come le prime due, il Pro Roma se la giocherà per vincere. Dobbiamo fare del nostro meglio ed entrare in campo con l’atteggiamento giusto per vincerla».

Ufficio Stampa PC Tor Sapienza

Lascia un commento