Eccellenza, Girone B – Lavinio Campoverde, ipotesi di sogni. Scarsella a Sportgaetano.it: “Testa bassa e lavorare”

Altra bella favola di queste prime settimane di calcio dilettantistico è la formazione granata allenata da Gianni Antonelli: una neopromossa capace di imporsi su Boreale e Grifone prendendosi così la vetta della classifica. Ogni categoria sembrerebbe avere la sua SPAL, e, come analizzato ieri, una matricola sta mandando in estasi un paese e una società che si aspettava di essere dovunque fuorché al primo posto al termine della seconda giornata di campionato. Sogno o son desto? Al momento il Lavinio Campoverde sogna; inevitabile per una squadra che si è rinforzata, è pronta a realizzare un campionato, chissà, da medio-alta classifica, però oggettivamente ambire al gradino più alto del podio potrebbe essere al di fuori delle capacità dei granata. Capacità che si sono dimostrate comunque enormi nei primi 180’ stagionali, soprattutto nella trasferta di domenica contro il Grifone Gialloverde in cui la formazione di mister Antonelli ha trovato il vantaggio con Seferi nella prima frazione e poi ha combattuto e difeso con i denti il punteggio maturato nonostante la doppia inferiorità numerica. Gran cuore mostrato, quindi, dal Lavinio Campoverde, che come ha mantenuto invariato lo 0-1 dell’intervallo domenica, cercherà di tenersi stretto il più possibile il primo posto del girone B di Eccellenza, realizzando un piccolo primato per una matricola che, forse, il suo campionato l’ha già vinto…

“Nessuno si aspettava un inizio di campionato così” ha dichiarato il portiere del Lavinio Campoverde Valerio Scarsella -. “Siamo felici per le  prime due uscite stagionali e ci godiamo questo momento. Domenica abbiamo lottato fino all′ultimo e abbiamo portato a casa i tre punti. Questo é un gran segnale per noi e per la società che con grandissimi sforzi ha messo a disposizione del mister un gruppo che può dire la sua in campionato. Ora ci aspettano delle partite fondamentali per capire di che pasta siamo fatti, quindi testa bassa e lavorare un incontro alla volta. L′obiettivo principale é arrivare a quota 40/42 punti, poi si vedrà”.

Per Sportgaetano, Alberto Ciccarelli

Lascia un commento