ESCLUSIVA Promozione – Play-off, il Pro Roma è pronto. Cornacchia: “Non giocheremo per il pari, possiamo arrivare in fondo”

Antivigilia di play off in casa Pro Roma, che domenica mattina esordirà in casa ospitando in gara secca il Real Cassino. Per gli uomini di Damiani si tratta di un appuntamento cercato, voluto e meritato. Una crescita importante in questa stagione, visto che il gruppo giallorosso lo scorso anno aveva soltanto sfiorato la post season. Un torneo che sarebbe anche potuto terminare un paio di settimana fa, se il Villalba non avesse portato a casa la sfida contro la Vigor Perconti. Il centrale difensivo Simone Cornacchia, under di spessore nell’assetto tattico di Alessandro Damiani, racconta gli umori del ‘Vittiglio’. Come insegna la serie della passata stagione, tutto può succedere: il marcatore classe ’97 vinse con la Cavese i play off rimanendo sul pezzo e non lasciando veramente nulla al caso. Massima concentrazione anche quest’anno, questo è quanto traspare dalle sue parole in esclusiva alla redazione di Lazioingol.it…

 

 

Secondo posto, una lunghezza di ritardo dal sogno, un girone di ritorno davvero importante ed ora la possibilità di agganciare l’Eccellenza dalla porta di servizio? Come valuti la stagione arrivati a questo punto? “Valuto molto positivamente la stagione fino ad adesso, anche perché a dicembre quando sono arrivato ci trovavamo in quinta o sesta posizione e quindi arrivare a un solo punto dalla prima è un risultato più che buono. A dirla tutta potevamo aver già concluso la stagione un paio di settimane fa…”

Il Villalba ha vinto il raggruppamento, alla fine dei giochi rispettando il pronostico di inizio stagione. Credi che la formazione di Ferranti abbia meritato? “Chi vince secondo me ha sempre ragione, ma mi sento di dire anche che nello scontro diretto – dove eravamo due punti sopra – sono stati sicuramente più fortunati di noi… Avevano di certo una grande squadra, con grandi giocatori come Iannotti, col quale ho condiviso un anno stupendo a Montecelio. E se alla fine se hanno vinto loro significa che sono stati i più bravi”.

Gli incroci tra i vari gironi vi hanno consegnato in dote il temibile Real Cassino di bomber Carlini. Che match ti aspetti? “Sinceramente conosco poco la squadra. Sappiamo che hanno giocatori importanti, Carlini su tutti, ma anche noi abbiamo la fortuna di avere giocatori come Alfonsi o Ferramini, con un’esperienza pazzesca alle spalle. Sarà una partita durissima, credo ad alti ritmi, anche perché non giocheremo sicuramente per il pareggio”.

A dicembre sei andato a rafforzare la linea di difesa di mister Damiani al ‘Vittiglio’. Come valuti fino ad oggi la tua esperienza al Pro Roma? “Molto positivamente. Sono stato accolto da un gruppo fantastico ed ho un ottimo rapporto col mister.
In più ho avuto il piacere di rincontrare Maurizio, che già conoscevo. Il direttore e il presidente poi sono persone fantastiche, che in questo calcio si faticano a trovare”.

I primi mesi di questa annata non ti hanno visto troppo protagonista con il Nuova Florida di Bussone. Una scelta che rifaresti nuovamente? “Anche alla Nuova Florida ho trovato una società ottima e tutto sommato mi sono trovato bene anche lì. Ho giocato quasi tutte le partite ed eravamo primi in classifica, ma non è scattata del tutto la scintilla. Il mister è uno a cui piace fare parecchie rotazioni e diciamo che il ‘Papero’ Antonini mi aveva abituato troppo male (ride, ndr)“.

Un anno fa di questi tempi eri sulla stessa barca di oggi. Con la Cavese sei arrivato sino in fondo. Quanto sono forti in te le motivazioni di mettere le mani nuovamente sulla massima categoria regionale? “Vincere è sempre bello. A Cave ho vissuto una stagione straordinaria. Avevamo un grande gruppo e vedere la vicinanza di tutta quella gente sugli spalti ti spinge a dare quel qualcosa in più. In quel caso secondo me eravamo la squadra più forte e ci siamo ripresi ciò che era nostro. Quest’anno nessuno pensava potessimo arrivare a giocarci il campionato fino all’ultima giornata, ma noi abbiamo sempre saputo la nostra forza e con lo stesso spirito e con la stessa forza di gruppo possiamo arrivare in fondo. Ce lo meritiamo e ce la metteremo tutta per centrare l’obiettivo”.

Lascia un commento