Prima Categoria, Girone F – Virtus Divino Amore, il vice presidente Randò: “A breve annunceremo novità importanti”

Roma – Si sta per chiudere l’anno della “ripartenza” per la Virtus Divino Amore, storica società capitolina che la scorsa estate ha seriamente corso il rischio di chiudere i battenti. E’ stata una stagione con tante novità e qualche inevitabile problema, ma il vice presidente Sergio Randò sembra abbastanza soddisfatto del percorso portato avanti. «Se si pensa alla situazione di agosto 2017 è stato fatto un mezzo miracolo, in special modo relativamente alla Scuola calcio. Dobbiamo ringraziare ancora tutti i genitori che ci hanno scelto e che ci hanno permesso addirittura di aumentare i numeri rispetto all’anno precedente. I ritardi organizzativi hanno penalizzato soprattutto il settore giovanile agonistico, ma in questo senso ci siamo tolti delle belle soddisfazioni con il gruppo degli Allievi provinciali: sembrava non avessimo i numeri per fare quel campionato e invece lo stiamo concludendo in maniera dignitosa. La Juniores provinciale era quella che aveva il gruppo più competitivo ed è tuttora aggrappata ad un’ultima speranza di poter giocare i play off, ma al di là del risultato finale del suo campionato questo gruppo ha lavorato abbastanza bene e ha lanciato in Prima categoria diversi ragazzi interessanti per il prossimo futuro».

A proposito della prima squadra, il pensiero di Randò è abbastanza chiaro. «E’ stata fatta una bella cavalcata in Coppa, ma l’eliminazione in semifinale è stato come un “black-out” per i ragazzi che in campionato non sono stati all’altezza delle aspettative». Prima di dare uno sguardo al futuro, però, la Virtus Divino Amore si concentrerà sui tornei di fine stagione e in particolare sulla “Castelli Cup” (dedicata alle categorie della Scuola calcio) e sulla “Divino Amore Cup”, due manifestazioni federali organizzate proprio presso il centro sportivo “Millevoi” che partiranno il prossimo 21 maggio e si chiuderanno a fine giugno. «La società, comunque, sta già lavorando per la prossima annata: a breve annunceremo novità importanti sempre in un’ottica di costante crescita e di voglia di fare bene a tutti i livelli» conclude Randò.

Lascia un commento