Promozione, Girone C – La Rustica, Panno e il bilancio dell’annata: “Avremmo potuto raccogliere di più”

Roma – Da poco più di una settimana si è conclusa un’intensa stagione per la Promozione del La Rustica. Il club capitolino, dopo i propositi ambiziosi dell’inizio della precedente annata, era ripartito con l’idea di fare un tranquillo campionato, ma col passare delle settimane il La Rustica ha dimostrato di poter anche pensare a qualcosa di più. «Siamo partiti facendo tante cose buone – dice mister Fabio Panno – Poi, ad un certo punto del campionato, avremmo potuto gestire meglio alcune situazioni per riuscire a guadagnarci qualcosa di ancor più inaspettato rispetto a quando eravamo partiti. Avremmo potuto raccogliere di più, ma dobbiamo accettare il verdetto del campo». L’allenatore parla poi delle “fotografie” più belle che gli rimarranno di questa stagione. «Tra queste indubbiamente c’è la vittoria all’andata sul campo dello Sporting Genzano, un risultato “rumoroso” arrivato contro un avversario molto forte e in una gara dagli intensi significati visti i tanti ex presenti e i diversi amici e conoscenti da una parte e dall’altra. Ma al tempo stesso ricordo anche un divertentissimo match dal punto di vista tattico contro l’Atletico 2000 del “Papero” Antonini, vinto da noi per 2-1 sempre nel girone d’andata, e poi in quello di ritorno la vittoria per 3-2 sul campo dell’Atletico Olevano che passò anche in vantaggio con una magia di Fazi. In generale mi porterò dietro il buon livello di gioco che ha espresso questa squadra nel corso della stagione appena conclusa: peccato non essere riusciti a proporlo con continuità per una serie di ragioni».

L’allenatore parla con sincera soddisfazione dell’anno di lavoro trascorso al La Rustica. «Ho trovato un ambiente tranquillo dove tutte le componenti hanno dato il loro prezioso contributo. Ma devo fare un ringraziamento particolare al direttore sportivo Roberto Spinetti (che proprio oggi festeggia il compleanno, ndr) che mi ha lasciato piena autonomia decisionale, pur confrontandosi sempre col sottoscritto con grandissimo garbo ed eleganza. Il futuro? Nei prossimi giorni parleremo con la società e valuteremo con la massima serenità cosa fare» conclude Panno.

Lascia un commento