Promozione, Girone D – Real Cassino, il ds Marraffa ad una settimana dal Pro Roma: “Obiettivo centrato, non sarà semplice neanche per loro…”

Si tratterà di una gara secca da giocare in gara unica e fuori casa per il Real Cassino di mister Roberto Zollo, in virtù del posizionamento più scomodo (terzo in classifica da parte dei cassinati) rispetto alla quello conseguito dalla compagine romana (secondo, alla fine dei giochi della regular season). Un incrocio ambiguo, perché la Pro Roma ha preso parte al girone B del torneo di Promozione, e fino allo scorso anno i raggruppamenti che si incrociavano erano l’A col B e il C col D. Da quest’anno invece si è cambiato. Perciò il Real dovrà scalare maggiormente la regione per andare a contendersi il passaggio del turno su 90 minuti secchi, anzi 120 in caso di parità. Perdurando questa, però, il pass per il turno successivo sarebbe staccato dai capitolini perché meglio classificati al termine della stagione.

Prosegue intanto la marcia di avvicinamento al momento-verità per i cassinati che lavorano con la giusta dose di concentrazione sapendo di avere un solo risultato a disposizione: «La preparazione del match prosegue serenamente e senza grossi intoppi  spiega il direttore sportivo del Real Cassino Colosseo Pietro Marraffa non avvertiamo il peso della sfida in trasferta anche se il regolamento mi sembra un po’ cervellotico. Innanzitutto non capisco perché da quest’anno s’incrocia la formazione del girone B e non quella del C, come di consuetudine. Ma anche il perché la formazione in trasferta debba essere estromessa al 120’ senza perdere, eventualmente. Credo che il vantaggio di giocare in casa per la seconda sia già significativo. In ogni caso non possiamo star qui a recriminare per le prescrizione della Lega che dobbiamo accettare nostro malgrado». Il dirigente del giovane sodalizio cassinate rimarca la propria tranquillità e quella della squadra in vista dello scontro diretto: «Noi non abbiamo nulla da perdere – continua – andremo ad imporre il nostro gioco e a cercare la vittoria che ci darebbe già qualche possibilità più concreta di ripescaggio, al netto dell’eventuale prosecuzione nei play off. Queste due settimane di pausa ci stanno servendo per recuperare qualche acciaccato, come per esempio Nardoianni, e consentigli di ritrovare la giusta forma in attesa di giocarci il tutto per tutto. Peccato che del confronto non sarà il giovane Nije (squalificato, ndc), per noi è una perdita non solo tecnica ma anche negli equilibri degli under dove non abbondiamo».

Per Marraffa un’eventuale uscita nella competizione non sarebbe un fallimento: «Per noi l’obbiettivo minimo stagionale era qualificarci per i play off – dichiara in conclusione – e l’abbiamo centrato malgrado a mio avviso, sulla carta, c’erano 3 compagini superiori a noi. Due si sono confermate, Itri e Sora, dell’altra siamo stati più bravi noi, il Monte San Biagio. Ma prima di stilare consuntivi vogliamo giocarci questa sfida play off fino all’ultimo. Per noi non sarà facile, ma non lo sarà neanche per la Pro Roma».

Simone Tescione – Cassinoinforma.it

Lascia un commento