LEGA CALCIO A 8 | Il Ponte Mammolo batte 3 a 2 lo Sporting Blues in una partita ‘pazza’

Tra polemiche e scontri (anche molto energici) e gol pazzeschi, il Ponte Mammolo spingendo ad inizio secondo tempo riesce a battere lo Sporting Blues a cui non bastano il calcio di punizione del solito Perticarini e la rete ‘impossibile’ di Mirko Proietti…


FUOCHI D’ARTIFICIO – La semifinale playoff tra Sporting Blues e Ponte Mammolo si apre senza la ‘fase di studio’ iniziale ma con le due squadre che provano subito ad incidere. Giorgini e Di Zanno sono subito chiamati ad evitare il vantaggio degli avversari: il secondo però non può niente quando Angelo Ciotoli, che riceve palla sull’out di destra in corrispondenza della linea di centrocampo decide di tirare da lì, centrando l’incrocio dei pali. Neanche il tempo di ‘stropicciarsi gli occhi’ che Alessio Perticarini agguanta il pareggio, con un calcio di punizione da fermo, anch’esso non da distanza irrisoria…

IL MOMENTO DI COLPIRE – Il Ponte Mammolo affonda ad inizio secondo tempo, approfittando di uno uno Sporting Blues un po’ pigro dopo aver subito su calcio d’angolo il gol del 2 a 1 con una staccata di testa di Ndoja. Con Maggioli e Iemme che fanno con il pallone un po’ quello che vogliono, per Riccardo Palombi realizzare il gol del 3 a 1 è semplice.

FINALE DA DIMENTICARE – A 10 minuti dal termine, lo Sporting Blues decide di dare il tutto per tutto, rischia in contropiede ma allo stesso tempo si porta prepotentemente in area avversaria, avendo due grosse occasioni con Cristiano Proietti e Davide Novelli. A riaprire i giochi è Mirko Proietti, che pesca dalla zona in prossimità del corner il secondo palo: un altro gol decisamente ‘non banale’. Gli ultimi giri d’orologio sono da dimenticare: rissa sfiorata (per usare un eufemismo) tra Ndoja e Neri che vengono entrambi espulsi in una partita che fino a quel momento aveva mostrato solo cose belle.

IL MIGLIORE IN CAMPO | LUCA MAGGIOLI Assolutamente instancabile, non dà tregua neanche un istante ai difensori dello Sporting Blues. Il prototipo del ‘centrocampista moderno’, che attacca ogni spazio disponibile ed ogni avversario con la palla tra i piedi. Si rivela preziosissimo sia ad inizio match, quando con il suo doppio passo riesce a disorientare la difesa avversaria, sia nel finale quando, complice un po’ di stanchezza, fa scorrere secondi preziosi. Gli è mancata la gioia del gol, ma forse preferirà aspettare le prossime uscite…

Segui qui il Campionato della Lega Calcio a 8 2017/2018

Lascia un commento