Prima Categoria, Girone A – Il Latera non cambia marcia: punto importante per la N. Bagnaia

Un punto a casa di una delle squadre più in forma del campionato, che veniva da una serie positiva di vittorie, non è assolutamente da buttare via, anzi. Quando siamo giunti al 6 giornate dal termine del campionato il Bagnaia ha guadagnato il suo ventinovesimo punto della stagione e, pur perdendo 2 punti dalla quintultima, il Vetralla sorprendentemente corsara a Pianoscarano, ne ha guadagnato uno sulla Tuscia Foglianese sconfitta in quel di Acquapendente.

La partita non è stata una di quelle che ti fa spellare le mani, ma rispetto alla domenica precedente sicuramente migliore, sia come spettacolo in generale, sia come prestazione specifica del Bagnaia, che ultimamente gioca meglio in trasferta che in casa.  L’avvio della partita è stato privo di occasioni da gol ma nonostante questo il buon ritmo l’ha resa fluida e non spiacevole. La prima conclusione di una certa pericolosità era al 20′ di Varletta, tra i migliori in campo, che dopo uno slalom tirava fuori di un metro dal limite dell’area. Al 24′ era l’altro capitano, Nuvola a concludere un’azione di contropiede con un tiro a fin di palo. Al 30′ l’azione più pericolosa di tutta la partita capitava nuovamente a Nuvola che tutto solo in area si faceva strappare la palla dai piedi dal rientrante portiere Proietti Ragonesi.  All’ultimo minuto del primo tempo era Devid Billi a calciare a lato da buona posizione.

La riprese cominciava con il Latera in attacco ed era sempre Nuvola con un pallonetto a calciare alto. Per più di 20 minuti nessun’altra occasione da annotare, poi al 23′ sospetto rigore su Guerrini che servito da Alessio Arriga entrava in area sul lato destro e dopo un contrasto sospetto con un avversario terminava a terra. Al 26′ un traversone dalla sinistra trovava libero sul lato opposto Franciaglia che di testa spediva alto. Al 31′ era nuovamente Varletta che saltava tutta la difesa avversaria ma concludeva nuovamente fuori. Al 45′ ancora il capitano del Latera Nuvola aveva una buona occasione ma concludeva fuori di poco. Quando mancavano 30” al termine del recupero Alessio Arriga in azione di contropiede entrava in area ma veniva steso con un calcione sul ginocchio che, evidentemente la signorina Neroni, arbitro della gara, a differenza del suo collega francese Oliver, non è insensibile e non ha un bidone della spazzatura al posto del cuore e quindi non ha fischiato il rigore apparso chiaro a tutti.  Da segnalare le buone prove di capitan Varletta e del giovane Mancinelli, che ogni volta chiamato in causa si è fatto trovare pronto.

Ora via verso la prossima partita, l’atteso derby con il Pianoscarano di domenica prossima con la consapevolezza che tre punti potrebbero significare mettere la parola fine al problema salvezza.

Ufficio Stampa Nuova Bagnaia

Lascia un commento