Prima Categoria, Girone G – Retrocessione diretta, è un pugno durissimo per la Roma VIII! Riccardi: “Punizione ingiusta, sono senza parole”

ROMA VIII A R.L. – GIARDINETTI GARBATELLA

Perché, alla fine del 1º tempo, persone riconducibili alla società indebitamente presenti nella zona degli spogliatoi minacciavano la terna arbitrale proferendo nei loro confronti offese e minacce.

L’arbitro, invitava il dirigente della società e il custode del campo di provvedere a chiudere il cancello d’ingresso onde garantire la massima sicurezza per il proseguio della gara.

Il custode del campo, non osservando le disposizioni dettate dall’arbitro, teneva il cancello aperto e alla fine della gara, mentre la terna arbitrale faceva rientro negli spogliatoi, gli stessi estranei erano presenti all’esterno del recinto di gioco e contemporaneamente con brutale violenza aggredivano gli ufficiali di gara.

L’arbitro veniva raggiunto da un pugno alla mandibola, che lo faceva cadere a ridosso di un cancello sbattendo la testa, e da uno schiaffo al volto.

Mentre cercava riparo negli spogliatoi, veniva colpito con un pugno al volto, un calcio ad una gamba e sputi al viso.

L’assistente arbitrale n. 1 veniva raggiunto da un facinoroso che lo colpiva con due pugni alla zona auricolare causandogli temporaneo stordimento. Successivamente lo scaraventava brutalmente verso una recinzione in ferro provocandogli forte dolore.

L’assistente arbitrale n. 2, uscendo per primo dal terreno di gioco, veniva attinto da sputi e colpito allas chiena da una bottiglietta di acqua piena provocandogli forte dolore. Nel tentativo di ripararsi negli spogliatoi, subiva una violenta aggressione con pugni al collo ed ad una tempia.

Gli ufficiali di gara sono stati aggrediti in rapida successione dai facinorosi che si dileguavano dopo alcuni minuti. Da sottolineare nel frattempo, il totale disinteresse dei dirigenti della società.

Persistendo dolore per i colpi subiti, l’assistente arbitrale n. 1 si è portato presso il pronto soccorso Fondazione PTV di Roma dove gli riscontravano trauma cranico guaribile in g. 3.

All’assistente arbitrale n. 2 presso il pronto soccorso Santa Scolastica di Cassino gli riscontravano cervicobrachialgia dx guaribile in gg 7 s.c. L’arbitro, fattosi medicare presso la Fondazione PTV di Roma gli riscontravano cefalea post trauma cranicoe facciale guaribile in gg 3s.c.

In considerazione degli eventi così esplicati e valutata la premeditazione di sostenitori riconducibili alla società di aggredire vigliaccamente e brutalmente gli ufficiali di gara costringendoli a ricorrere per le menomazioni al Pronto Soccorso.

In virtù dell’art.18, comma 1 lett. i) del C.G.S.

DELIBERA

Di escludere la Società ROMA VIII dal campionato di competenza e da qualsiasi altra competizione agonistica obbligatoria, con assegnazione da parte del Consiglio Federale ad uno dei campionati di categoria inferiore.

Questa l’amara presa di posizione del centrocampista 25enne Giordano Riccardi, alla notizia:

“Mi dissocio totalmente dai fatti accaduti mercoledì pomeriggio nella semifinale di Coppa Lazio di Prima Categoria che hanno riguardato l’arbitro e gli assistenti. Mi dissocio anche dalle decisioni prese dal Giudice Sportivo. Siamo un gruppo di ragazzi eccezionali, siamo stati un anno intero a lottare per raggiungere un obiettivo, quella della Promozione, che era ormai ad un passo! Non è assolutamente giusto che per colpa di “alcuni” veniamo punti in questo modo! Sono senza parole”.

Lascia un commento