Coppa Lazio Prima Categoria – Il Giardinetti Garbatella firma l’impresa a Tor Bella Monaca. Mister Russo: “Siamo in Finale, un ultimo ostacolo da superare”. Vergogna nel postpartita…

Partita bella, maschia e a tratti tesa, con mille emozioni. Oltre al buon calcio, il Giardinetti Garbatella, ha mostrato in casa della Roma VIII elevata concentrazione dall’inizio alla fine, rimanendo sempre attaccati all’incontro e lottando su ogni palla anche nei momenti di difficoltà, seppur pochi. E cosi Prima Grosso e poi Bendia, intervallato con il gol del pareggio dei padroni di casa, ci portano alla fine del 1T sul punteggio di 2-1. Punteggio che non cambierà più, fino alla fine del triplice fischio finale e che porta alla finale di Coppa Lazio di Prima Categoria. Questa è una vittoria del gruppo, splendido gruppo, che oggi è stato perfetto nell’attuare gli schemi, la filosofia calcistica e tutto quello che si era studiato in settimana agli allenamenti, con il Mister Marco Russo anche oggi impeccabile, sia negli 11 scesi in campo dall’inizio che con i cambi effettuati in corsa. Unica nota negativa a fine partita quando bomber Federico Federici riceve una testata a gioco fermo da uno dei difensori avversari con il quale non aveva discusso nell’arco dei 90 minuti e che gli lascia un bel regalino… Questi gesti, cosi come quello accaduto nel post partita negli spogliatoi con terna arbitrale aggredita, sono il brutto del calcio e che non si dovrebbe mai vedere, soprattutto quando nei campi a fianco si stanno allenando e giocando dei bambini. Peccato veramente.

Queste le parole di Mister Marco Russo a fine partita: ”La qualificazione alla finale di Coppa Lazio è una grande impresa. Ma la considero solo un traguardo che non significa nulla se non saliamo sul podio da vincitori. Abbiamo ancora un ostacolo da superare per arrivare alla fine da vincitori. Quello successo nel post partita è qualcosa di vergognoso. Se non intervenivo personalmente io a difesa della terna arbitrale negli spogliatoi, nessuno dello staff di casa è andato in loro soccorso, e questo non è ammissibile. Quello che invece mi ha fatto piacere è voglio sottolineare con forza, è stato vedere i ragazzi della ROMAVIII che sono venuti da noi, nel nostro spogliatoio, a salutarci e chiederci scusa per quello accaduto. Questo gli va dato atto e merito. Quello che hanno fatto due tifosi beceri, va a far perdere di credibilità a questi ragazzi e a tutto il lavoro che hanno fatto in questa stagione nella quale si stanno giocando il campionato e questo non è giusto. In ultimo voglio ringraziare i miei di ragazzi, che mi hanno regalato una grande soddisfazione oggi, visto che avevamo 5 infortunati e io personalmente ho avuto poco tempo a disposizione per preparare questa partita visto il lutto familiare che mi ha colpito. LI RINGRAZIO DI CUORE. Ora ci godiamo questa vittoria in questa serata e da domani torniamo a pensare al campionato”.

Area Comunicazione Giardinetti Garbatella

Lascia un commento