ESCLUSIVA Prima Categoria, Girone C – Nomentum, parola a De La Vallée: “In campo abbiamo la giusta cattiveria, ci manca solo il gol”

ESCLUSIVA Prima Categoria, Girone C - Nomentum, la parola a De La Vallée: "In campo abbiamo la giusta cattiveria, ci manca solo il gol"

Nella mattinata odierna abbiamo avuto la possibilità di rivolgere alcune domande ad Alessio De La Vallée, centrocampista classe ’95 in forze al Nomentum, sul momento attraversato attualmente dalla sua squadra, che naviga attualmente nella parte medio-alta della graduatoria.

Con il calciatore amaranto abbiamo parlato dell’ultima gara pareggiata in casa a reti inviolate contro il Montasola e del prossimo, delicato match sul campo del Poggio Nativo, alla ricerca del pronto riscatto dopo la sconfitta a domicilio rimediata contro il Settebagni.

Altro tema caldo della nostra chiacchierata è stata la situazione generale creatasi all’interno del girone, con la capolista Scandriglia che dopo aver sconfitto il Passo Corese nello scontro diretto per il primato, adesso tenta una mini fuga per cercare di arrivare in fondo alla stagione con un po’ di pressione in meno sulle proprie spalle.

Di seguito, ecco le parole a noi rilasciate dal giovane centrocampista di Monterotondo:

 

Buongiorno Alessio, grazie per averci dedicato un po’ del tuo tempo. Da quante stagioni indossi la maglia del Nomentum?

“Buongiorno a voi. Indosso la maglia del Nomentum da dicembre dello scorso anno”.

 

Cosa ti ha convinto a sposare il progetto tecnico del club amaranto?

“Diciamo che ci sono più motivi: per primo il presidente è una persona molto ambiziosa, poi lavoro e abito davanti al campo e mi basta attraversare la strada per arrivare e inoltre conoscevo già quasi tutti i compagni. Questi sono stati per me fattori decisivi nella mia scelta”.

 

Quali sono i vostri obiettivi per quanto riguarda l’attuale stagione?

“Ci troviamo a metà classifica per il fatto che nelle ultime gare non siamo riusciti a rendere al meglio, ma non ti nascondo che vorremo essere più in alto visto anche il valore della nostra rosa. Come dicevo, in queste ultime partite ci è mancato solo di fare qualche gol in più ma c’è stata sempre da parte nostra la giusta cattiveria, questo posso assicurarlo”.

 

Nell’ultimo turno disputato domenica scorsa avete ottenuto un pareggio casalingo senza reti contro il Montasola che vi ha permesso soltanto di rimanere appaiati ai vostri avversari a 26 punti. Ritieni che il pareggio sia stato tutto sommato giusto per quanto fatto vedere in campo dalle due formazioni, oppure avreste potuto fare qualcosa in più per portare a casa il risultato?

“Ci è mancato solo un po’ di cattiveria per fare gol, ma la prestazione è stata sicuramente positiva. Siamo stati tutta la partita nella loro metà campo”.

 

La prossima gara vi vedrà invece affrontare il Poggio Nativo in trasferta, un altro match molto equilibrato sulla carta. Quale può essere secondo te la chiave di una partita così delicata?

“Dobbiamo acquisire sicurezza nei nostri mezzi, sarà fondamentale riuscirci per il prosieguo della nostra stagione. Poi il gruppo ancora deve amalgamarsi al meglio in quanto nel mese di dicembre sono stati avvicendati cinque calciatori e non è mai facile. In questo campionato sono molte le trasferte ostiche, ma penso che abbiamo tutte le carte in regola per far risultato”.

 

A tuo giudizio, quali sono le squadre nel girone maggiormente attrezzate per poter arrivare fino in fondo e giocarsi il salto di categoria?

“Da quello che ho visto il Passo Corese mi sembra una squadra ben attrezzata. All’andata non ho visto lo Scandriglia, ma se ha tutti quei punti un motivo sicuramente c’è e poi ci siamo noi che abbiamo voglia di rilanciarci”.

 

Tra tutte le formazioni affrontate finora, ce n’è stata una in grado di impressionarti particolarmente?

“Dico il Passo Corese, senza dubbio”.

 

A livello personale, hai qualche particolare ambizione che vorresti vedere realizzata nel breve e nel lungo periodo?
“Mi piacerebbe diventare un calciatore professionista, è il mio sogno fin da bambino anche se invece di salire sono sceso di categoria in questi ultimi anni”.

 

Lascia un commento