LEGA CALCIO A 8 | Galassi simbolo del Cottini, idee chiare per la rinascita: “Ci vorrebbe più cattiveria e più voglia quando si scende in campo”

Se si esclude la prima parte della scorsa stagione, Alberto Galassi, è sempre stato presente tra i pali del Cottini Staibano Gomme. Una presenza di fondamentale importanza per quanto riguarda sia il suo carisma sia le sue capacità tra i pali: infatti Galassi è considerato, non a torto, uno dei migliori portieri della Lega Calcio a 8 anche dai suoi colleghi. Un estremo difensore capace di compiere parate ai limiti delle possibilità umane, ma soprattutto dotato di una capacità di comprendere i problemi della squadra non indifferente…


Se il Cottini Staibano Gomme continua a faticare in campionato certo non è colpa sua. Anche perché la colpa non è attribuibile ad un giocatore presente nella quasi totalità delle partite giocate e che, grazie alle sue parate, ha evitato alla sua squadra di subire molti gol. Il problema principale del Cottini risiede nel gruppo, che un po’ per le troppe assenze un po’ per la poca voglia messa in campo non è mai riuscito ad avere continuità in campo. Infatti, proprio per Galassi il problema principale è:
Il problema è soprattutto nella voglia che si mette in campo. La Lega ha dimostrato che non servono i campioni e i fenomeni per vincere, occorrerebbe un gruppo che abbia voglia di scendere in campo e lottare per vincere. Sicuramente le assenze hanno pesato, ma anche quando eravamo al top dell’organico non abbiamo fatto risultato. Molto probabilmente, quindi, è solo una questione mentale”.

Un problema di non facile risolvibilità, anche perché il Calcio a 8, come ogni sport di squadra, si basa tanto sul collettivo. Il singolo è importante ovviamente, però se quel giocatore, di bravura superiore alla media, non riesce a trasmettere sicurezza e fiducia nei compagni, diventa difficile vincere le partite. Una capacità, questa, che riesce in parte a Galassi, perché ciò che servirebbe sarebbe anche che i giocatori chiamati a scendere in campo fossero all’incirca sempre gli stessi e che, questi, avessero una chimica di squadra ottimale. Anche perché, come ha dichiarato Galassi:
L’apporto singolo è molto importante, ma io ho sempre creduto che la bravura di un compagno esce fuori quando tutto il gruppo è unito. Perché puoi avere un portiere fenomenale ma la partita può finire 0-0 e per fare risultato o per vincere serve l’apporto di tutti”.

La classifica parla chiaramente, perché il Cottini è attualmente in nona posizione, con solamente una vittoria ed un pareggio come risultati positivi. Le sei sconfitte sono figlie proprio dei problemi avanzati da Galassi, perché se le sue parate sono arrivate comunque ciò che è mancata è stata la cattiveria sottoporta dei compagni. Un aspetto su cui avranno da lavorare molto nella seconda fase di stagione, per cercare di evitare i Play-Out anche quest’anno, come capitato già nella prima esperienza in Serie A nel 2015/2016.

Segui qui il Campionato della Lega Calcio a 8

Lascia un commento