Eccellenza, Girone A – Sorride un Tolfa pratico con Mojoli. Ko interno per il M. Grotte Celoni

MONTE GROTTE CELONI-TOLFA 0-1

MARCATORE: Mojoli 38’st

MONTE GROTTE CELONI: Leacche, Anastasio, Mercri (20’st Giuffrida), Scorzoni, Menicucci, Di Cairano, Barbaria, Michettoni, Giulitti, Muzzachi (30’st Gallinuci), Provaroni. a dispos. Di Fazio, Guadagnoli, Di Pietro, Wuaresima, Barbusca. All. Leone

TOLFA – Boriello D., Capoccia, Grifoni L., Oliviero, Palmisano, Boriello F., Compagnucci (10′ st Rossi), Mecucci (20” st Cascianelli), Chierico, Grifoni Lo (38’st Mojoli),. A dispos. Sannino, Carlini, Mojoli, Spagnoli, Smacchia.

arbitro: Abukar

 

ROMA – Gli addetti ai lavori dicono: “Questo è il calcio”. Il che vuol dire che se arrivi tre volte solo davanti al portiere e tiri fuori anziché metterla dentro, se hai in pugno la partita e soprattutto nel secondo tempo la squadra avversaria non riesce a uscire nemmeno una volta dalla sua metà campo. può capitare che al primo contropiede prendi gol e perdi la partita. Questo è successo oggi al “Panichelli”, con un Grotte Celoni vivace e determinato ma alla fine colpevole di non aver concretizzato le tante occasioni da gol capitate (incrocio dei pali compreso a due minuti dal ternine della gara); e un Tolfa rintanato nella propria metà campo soprattutto nel secondo tempo, quando la supremazia dei gialli di mister Leone sembrava essere premiata da un momento all’altro. “Questo è il calcio”, dicono gli esperti. E il calcio dice Tolfa 1-Grotte 0.

La squadra di Caputo compie così un grande balzo in avanti verso la salvezza, quella di Leone resta impantanata nella lotta al’ultimo sangue per non retrocedere. Vale la pena segnalare intanto le prime due gradi occasioni capitate sui piedi di Giulitti, un ragazzo forte e coraggioso e che va sempre dritto, ma al momento di concludere perde spesso lucidità. E’ successo al 10′ del secondo tempo, quando una combinazione tutta di prima Provaroni-Di Cairano metteva Giulitti in area a tu per tu con Boriello: Giulitti calcia frettolosamente di sinistra e tira alto. Altra grande opportunità di passare in vantaggio dieci minuti dopo, quando il solito Giulitti si infilava in area e veniva servito perfettamente: a porta spalancata il biondo attaccante calciava fuori. Ancora Barbaria, entra in area e calcia addosso al portiere. L’ingresso di Giuffrida, neo arrivo di dicembre, aumentava il tasso di pericolosità dei ragazzi di patron Piervincenzi, ma il gol non arrivava. Ci pensava invece il Tolfa, nell’unica occasione avuta in tutta la partita: palla dal portiere al cenrale di centrocampo, il Grotte è sbilanciato tutto in avanti, si presentano in tre contro tre davanti a Leacche, ed è Mojoli, da poco entrato al posto di Grifoni, a insaccare. E’ l’85. Il Grotte s riversa nell’area avversaria e solo il palo nega la gioa almeno di ottenere un punto e di non subire una sconfitta così immeritata ai ragazzi di Leone.

Ufficio Stampa Monte Grotte Celoni

Foto – Tino Romano

Lascia un commento