ESCLUSIVA Eccellenza, Girone B – Team Nuova Florida, la fiducia di Di Bari: “Squadra molto giovane, ma c’è voglia di far bene”

ESCLUSIVO Eccellenza, Girone B – Team Nuova Florida, la fiducia di Di Bari: “Squadra molto giovane, ma c’è voglia di far bene”

Questa mattina abbiamo avuto la possibilità di intervistare il centrocampista del neopromosso Team Nuova Florida Francesco Di Bari in merito all’andamento della stagione della “matricola terribile” , che sembra andare oltre le più rosee aspettative che dirigenti, allenatore e calciatori avevano prospettato ad inizio campionato.

Nonostante la giovane età della rosa, la squadra ha dimostrato di possedere infatti un ottimo tasso tecnico ed i risultati non si sono fatti attendere.

Di seguito, le parole dell’esperto centrocampista della formazione ardeatina:

 

Buongiorno Francesco e grazie per aver accettato l’intervista. Innanzitutto vorrei chiederti: Com’è nata in te la passione per il calcio?

“Diciamo che la passione per il calcio è nata in famiglia all’età di 6 anni e come tutti i bambini anche io sognavo di fare il calciatore. Ho avuto mio padre che mi ha seguito fin dai primi calci e ad oggi continua a farlo costantemente”.

Hai sempre giocato nel ruolo di centrocampista oppure è stata una “vocazione” che hai scoperto con il tempo?

“Ho avuto la fortuna di giocare in tutti i ruoli. Il centrocampista ora è quello dove forse riesco a rendere meglio… Con il tempo avendo girato più ruoli sono arrivato alla conclusione che sia il ruolo che mi si addice di più…

Ho avuto la possibilità come l’anno scorso di disputare l’intero campionato da esterno e prima punta”…

 Quest’anno il Team Nuova Florida, partito nel 2005 dalla Terza Categoria, è arrivato per la prima volta nella sua giovane storia a giocare il campionato di Eccellenza dopo un’avvincente duello con la Cavese nel torneo di Promozione della scorsa stagione. Quali sono le vostre ambizioni per quanto riguarda l’attuale campionato?

“Come tutte le squadre neopromosse il primo pensiero va alla salvezza. Però possiamo dire che ora i risultati che stiamo ottenendo stimolano noi e la stessa società per aprirci ad un campionato più importante di una semplice salvezza. Siamo una squadra formata da giocatori importanti che se mettono piede in campo con il giusto piglio possono far bene con tutte. Certo una squadra con poca esperienza ma pian piano che sta crescendo. Il campionato dell’anno scorso è stato emozionante perché ecco come diceva in precedenza c’è stata una guerriglia fin l’ultima partita con la Cavese”.

 Nella giornata di domenica scorsa avete ottenuto un buon pareggio sul sempre ostico campo del Formia. Sei soddisfatto dell’approccio che la squadra ha avuto nel match oppure si sarebbe potuto fare qualcosa di più per portare via l’intera posta in palio?

 “No, non sono soddisfatto perché potevano portare la posta in palio interamente a casa… In primis ci hanno penalizzato gli errori arbitrali con tanto di immagine testimone, e poi il nostro approccio non è stato dei migliori avendo sottovalutato un po’ la gara… Ora domenica abbiamo una partita importantissima e saremo penalizzati molto per la mancanza di Tisei, causata dai vari errori commessi dalla terna arbitrale, anche essa testimone di video. Però confido molto con il gruppo ed affronteremo al meglio la gara di domenica contro l’Audace”.

 L’età media della squadra è molto giovane, appena 21 anni e il campionato, anche a dispetto di qualche errore arbitrale o approcci di gara sbagliati, sembra incanalato sui giusti binari per fare bene. Qual è il segreto per far sì che questi ragazzi scendano in campo ogni volta con una concentrazione degna di esperti veterani?

“La nostra forza sta semplicemente nel legame del gruppo.. lo spirito che mettiamo in campo è dato dalla nostra unione… Cerchiamo di creare un cerchio dove ogni giocatore, anche il più giovane, può prendere il posto del più anziano… La società nasce nel 2005 proprio da un gruppo di amici, e questo è lo spirito che è stato portato fin oggi ed il regime che continuerà ad essere”.

 Nonostante le buone prestazioni fatte registrare dal vostro sodalizio, sono arrivate nei giorni scorsi le inattese dimissioni del DS Piero Peri. Credi che questo evento possa in qualche modo avere ripercussioni sul continuo della stagione della Nuova Florida?

“Il DS Piero Peri si è dimesso inaspettatamente ma sicuramente avrà avuto delle motivazioni valide per farlo in quanto è un esperto e gran direttore di questa categoria e categorie superiori. Ha portato molta esperienza all’interno societario in quanto è il primo anno dove il Nuova florida esordisce in Eccellenza… Non conosco bene le motivazioni delle sue dimissioni ma a me personalmente dispiace molto per queste”.

 In conclusione, sempre per quanto riguarda l’attuale stagione, ti sei posto anche degli obiettivi personali da cercare di conseguire entro Maggio?

“Il primo obiettivo personale è continuare a far bene per tutto il corso della stagione… Questo farà sì che tutti gli obiettivi secondari si realizzino a Maggio… L’importante è continuar a far bene come sto riuscendo ora fortunatamente… Diciamo che l’obiettivo principale è il salto di categoria, quello che tutti i giocatori puntano a fare ogni stagione”.

 

Lascia un commento