UFFICIALE Lega Pro – Ora sì, è Racing Fondi: si gioca al ‘Purificato’! Mentre la squadra è già in ritiro…

Si chiude finalmente la diatriba  che da circa un mese vedeva in attesa le tifoserie di Fondi e Latina  per definire la sede del Fondi Calcio dopo l’acquisto da parte dell’imprenditore Antonio Pezone  dell’Unicusano Fondi.Oggi c’e’ stato il verdetto da parte del consiglio federale che di fatto ha negato il trasferimento del titolo da Fondi a Latina e quindi il Racing Fondi(o Fondi calcio ?) giocherà le sue gare di Lega Pro al Purificato di Fondi.Un colpo pesante epr la tifoseria di Latina che in questo mese assaporava la Lega Pro dopo il fallimento del Latina Calcio. Determinante probabilmente il modo di gestire il tutto da parte del Presidente Pezone  che poteva provare ad accordarsi prima di firmare il passaggio di proprietà tra Unicusano e Racing Club per provare a fare uno scambio di titolo. Ma anche la lettera di protesta del sindaco di Fondi ha avuto il suo peso nella decisione da parte della Figc del presidente Tavecchio. Ora si dovrà cercare di riappacificare gli animi in tutte le persone coinvolte dal Presidente Pezone al Sindaco e naturalmente la tifoseria  rossoblu’. Nel frattempo la squadra è partita in ritiro a Chianciano Terme  per questa stagione che è appena iniziata agli ordini del mister Giuseppe Giannini.

Riportiamo un post pubblicato su Fb fronte Latina

CON UN PUGNO DI MOSCHE IN MANO…
Nulla da togliere a Fondi e ai suoi diritti calcistici. Ma nessuno aveva perso il lume della ragione nel sostenere che il più era fatto. Come del resto confermato i kit nerazzurri che l’auspicato Racing Club Latina si è portato in viaggio a Chianciano Terme per il ritiro precampionato. Il presidente Carlo Tavecchio ha scritto ad Antonio Pezone che non esistono motivi di comprovata necessità per spostate squadra di calcio e sede dal Purificato al Francioni. Quindi, morale della favola, la nuova società continuerà a chiamarsi Racing Fondi srl, con sede a Fondi. Determinante una forte pressione politica alle spalle del sindaco fondano Salvatore De Meo, che ha fatto recapitare una lettera di dissenso a Tavecchio, il quale è uscito dall’impaccio come meglio non poteva sperare. Ed ora? Beh, la situazione può essere ancora rimediabile. Nel regno della serie D tutto è possibile, anche se i giorni stanno irrimediabilmente per scadere e i diversi imprenditori della futuribile società di D si sono nel frattempo disamorati o illusi dalla serie C, che invece rimane dove le NOIF prevedono. Tra promesse e proclami, di sindaci, avvocati, allenatori e imprenditori, il rischio è che la Latina del pallone rimanga con un pugno di mosche in mano. In pochi mesi una sequenza terribile: fallimento pilotato, retrocessione, fallimento definitivo, società di D sulla carta, l’illusione della serie C ed ora il niente assoluto. La speranza, sempre ultima a morire, è che non sarà proprio così!
Sportpontino.com

Lascia un commento