Promozione, Girone A – Garbatella, si chiude un ciclo. Patron Giovannoni: “Abbiamo meritato questo verdetto, speriamo in un un futuro più fortunato”

Le speranze di salvezza del Garbatella si sono spente definitivamente all’11’ del primo tempo supplementare del play out del Catena, quando Starace si procura il rosso con il conseguente calcio di rigore per il Casalotti. Da lì il 2 – 1 ospite che nel finale è diventato 3 – 1, con i giallorossi in grandissima difficoltà. La stagione dei capitolini si è conclusa dunque nella maniera più impensabile, soprattutto dopo gli otto risultati utili consecutivi che avevano proiettato il team in zona quarto posto. A commentare la scottante retrocessione è il numero 1 del club, un Daniele Giovannoni che acquisito il verdetto respira già aria di rinascita. “Purtroppo non ci aspettavamo di concludere così, ieri la squadra ci ha provato all’inizio ma poi, soprattutto nei tempi supplementari, abbiamo completamente mollato. Il rigore e l’espulsione ci ha tagliato definitivamente le gambe, siamo arrivati stremati negli ultimi minuti e con davvero poche idee concrete. In realtà la squadra è parsa stanca in tutto l’ultimo periodo e purtroppo non ne siamo saputi uscire. Con la partita di ieri abbiamo buttato al vento un’intera stagione, eravamo partiti con altre ambizioni ma evidentemente, per quanto visto anche con il Casalotti, meritiamo questo severo verdetto. Detto questo, comunque troveremo la forza per reagire e risorgere al più presto. Con la sconfitta di domenica si è chiuso un ciclo e adesso tenteremo di riaprirne subito un altro, sperando che sia decisamente più fortunato”.

Ufficio Stampa Garbatella

Lascia un commento